Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Roma

Si sente male prima dell'atterraggio, passeggero muore in volo: vani i disperati soccorsi

Dramma sul volo Alitalia New York-Roma. Il passeggero italiano di 47 anni è morto. Quattro medici a bordo hanno tentato di tutto, invano

Dramma a bordo di un volo Alitalia partito da New York e diretto a Roma. Un passeggero italiano di 47 anni è morto mentre si trovava in viaggio. Il decesso è avvenuto prima dell’atterraggio di emergenza. A nulla è servita l’assistenza dei quattro medici presenti a bordo, che hanno anche utilizzato il defibrillatore in dotazione.

L’uomo, che avrebbe proseguito il suo viaggio per Catania, ha accusato un malore nella fase finale del viaggio transoceanico, mentre l’aeromobile sorvolava la Liguria. Come da procedura, è scattata la richiesta da parte del personale di bordo ai medici presenti fra i passeggeri di prestare aiuto: in quattro si sono fatti avanti per assistere il 47enne, mentre il comandante di volo chiedeva alla Torre di controllo del Leonardo da Vinci, a Fiumicino, la priorità all’atterraggio per emergenza medica.

La richiesta è stata subito accettata e l’aereo è atterrato a Fiumicino poco dopo le 7.30 di oggi, venerdì 9 novembre. Non c'è stato purtroppo nulla da fare. Saliti a bordo i medici del Pronto soccorso hanno potuto solo constatare il decesso del passeggero.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sente male prima dell'atterraggio, passeggero muore in volo: vani i disperati soccorsi

Today è in caricamento