Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Savona

Multa fino a 500 euro per chi non raccoglie gli escrementi dei cani

"E' una questione di convivenza civile", dice il primo cittadino di Savona

Sarà severamente vietato far espletare ai cani i bisogni nel centro storico di Savona: è l'ordinanza emanata dal sindaco Ilaria Caprioglio, che potrebbe essere estesa anche ad altre zone della città. Il provvedimento impone anche ai padroni di raccogliere gli escrementi dei propri animali in tutte le aree pubbliche. Per chi non rispetterà queste disposizioni scatterà una multa da 50 a 500 euro.

“Da tempo -ha dichiarato il sindaco Caprioglio- riceviamo numerose segnalazioni e proteste di cittadini, commercianti e anche molti visitatori in merito a ripetuti esempi di inciviltà e incuria da parte di padroni di cani, che lasciano che i propri animali facciano i propri bisogni in zone pubbliche, provocando un danno al pubblico decoro”. 

L’ordinanza, che ha già suscitato proteste delle associazioni animaliste, “non è -ha precisato il primo cittadino- un divieto di transito per i cani e i loro padroni alle vie del centro. In caso di necessità impellente -ha spiegato- i padroni possono far fare i bisogni ai cani giù dal marciapiede, per poi provvedere a raccoglierli o lavarli”.

“Dopo i primi mesi -ha annunciato Caprioglio- valuteremo se estendere il provvedimento a tutta la città. Non è una misura contro gli animali ma -ha concluso il sindaco di Savona- una questione di convivenza civile e di rispetto per gli altri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multa fino a 500 euro per chi non raccoglie gli escrementi dei cani
Today è in caricamento