rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
LO STUDIO

Panettone e crisi: sarà un Natale triste

Ancora una volta gli italiani si preparano a un Natale di recessione. Mutui, bollette e tredicesime in calo non permettono spese "folli"

ROMA - Le tredicesime che calano ancora una volta. Mutui, tasse e bollette che salgono. O, nel migliore dei casi, che restano invariate e mangiano il 91% dei risparmi. Anche quest'anno, come capita da tanto ormai, ci sono tutti gli ingredienti perché sia un Natale di crisi e recessione. 

Una sensazione, questa, confermata da una ricerca di Confcommercio che evidenzia come il 69% degli italiani si prepara a vivere le feste in modo dimesso. L'85% degli intervistati, però, ammette che comunque farà qualche regalo. 

Naturalmente, niente di troppo costoso. Secondo l'indagine "Xmas Survery 2013" di Deloitte, infatti, il budget non sarà elevato: più o meno 170 euro a famiglia, in calo del 5% rispetto all'anno scorso. 

Secondo Coldiretti, inoltre, con la crisi molti acquistano i regali di Natale in anticipo per spuntare prezzi più convenienti: il 30% dei doni viene infatti comprato entro la fine di novembre, anche se per la maggioranza il mese dedicato allo shopping è comunque quello di dicembre. 

La media è di quasi 5 regali a famiglia, con un costo per singolo regalo di circa 36 euro e una tendenza verso il calo degli acquisti di abbigliamento, tecnologie e divertimenti.

Buona Natale. Si fa per dire. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panettone e crisi: sarà un Natale triste

Today è in caricamento