rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Lo sbarco a Capodanno / Ravenna

L'insolita scelta di far sbarcare i 113 migranti salvati dalla Ocean Viking a Ravenna

La città romagnola dista quasi 1.700 chilometri dal luogo del soccorso: a bordo della nave della ong Sos Mediterranee donne incinte e neonati

I 113 migranti tratti in salvo la notte scorsa dalla nave Ocean Viking della ong Sos Mediterranee sbarcheranno a Ravenna. La notizia si è diffusa martedì sera e l'arrivo della nave è previsto per il 31 dicembre alle ore 13. Tra i migranti, che cercavano di raggiungere le coste italiane a bordo di un gommone, vi sono anche 3 neonati - il più piccolo ha 3 settimane - 23 donne, alcune incinte, e 30 minori non accompagnati.

Si tratta di una scelta insolita da parte del governo italiano, visto che Ravenna dista quasi 1.700 chilometri dal luogo del soccorso. Nelle situazioni di soccorso marittimo, gli standard internazionali raccomandano che le persone siano sempre portate al porto sicuro più vicino possibile. L'ong si è detta "sollevata" per poter portare in salvo i migranti, ma ha espresso preoccupazione per altre possibili imbarcazioni in difficoltà nel Mediterraneo centrale.

"Appena avuta notizia dal Viminale  ho avvertito il sindaco de Pascale per organizzare la macchina dell'accoglienza - spiega il Prefetto Castrese De Rosa - Martedì pomeriggio abbiamo avuto una riunione di coordinamento in Prefettura con forze di Polizia, Autorità sanitarie, Croce Rossa Italiana, Autorità Portuale e Capitaneria, Caritas, Protezione Civile e servizi sociali del Comune con l'assessora Moschini. Mercoledì faremo un sopralluogo al Terminal Crociere per pianificare la logistica e tutti gli adempimenti. Siamo in attesa di ricevere la lista della composizione del gruppo dei migranti e dello smistamento".

"Il primo pensiero è andato a queste persone che hanno trascorso il Natale non nella serenità di molte delle nostre case, ma nella drammaticità di un viaggio disumano - commenta il sindaco Michele de Pascale - Non ci sono state date informazioni sulla ragione della scelta del Porto di Ravenna, non proprio il più vicino alla Libia, ma dico con chiarezza che da subito il Comune di Ravenna e le altre istituzioni coinvolte, in primis Ausl Romagna, hanno dato piena collaborazione alla Prefettura per gestire un'accoglienza umana, sicura e professionale. Non siamo abituati a sbarchi di questo tipo e l'attenzione da parte di tutti deve essere massima. Una notazione a margine: l'amministrazione comunale di Ravenna e il suo sindaco non cambiano opinione sull'accoglienza e la solidarietà sulla base dei Governi di destra o di sinistra che si alternano alla guida del Paese".

la riunione in Prefettura

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'insolita scelta di far sbarcare i 113 migranti salvati dalla Ocean Viking a Ravenna

Today è in caricamento