Lunedì, 27 Settembre 2021
Indagini / Catania

Catania, nove gli indagati per la morte della piccola Nicole

Tra di loro i quattro medici presenti alla nascita della bimba e i cinque medici di guardia nelle Utin. Il reato ipotizzato è omicidio colposo. La famiglia: "Non lotteremo mai per un compenso, ma per amore"

Sono nove gli indagati dalla Procura di Catania per la morte della piccola Nicole, la neonata deceduta due giorni fa in ambulanza per mancanza di posti letto nei reparti di Unità di terapia intensiva di neonatologia (Utin) degli ospedali della città. Tra di loro i quattro medici presenti alla nascita della bimba nella casa di cura Gibiino e i cinque medici di guardia nelle Utin che sono state consultate prima di decidere il trasferimento a Ragusa, ad oltre cento chilometri di distanza dal capoluogo etneo.

LE INDAGINI - Secondo quanto riferito dalla Procura di Catania, le indagini "sono divise in due ambiti": da un lato l'individuazione delle responsabilità dirette nel decesso, dall'altra le "responsabilità per omissione con riferimento alla messa a disposizione delle unità di rianimazione neonatale, alle segnalazioni di insufficienza di quelle funzionanti, alla previsione di meccanismi atti a far fronte ad emergenze nella situazione data". 

SULL'AMBULANZA MEZZI INADEGUATI - Dai primi riscontri degli investigatori sarebbe inoltre emerso che anche "le caratteristiche dell'ambulanza" che ha curato il trasporto di Nicole dalla clinica Gibiino all'Utin di Ragusa "sono risultate idonee" e "il mezzo è stato presidiato da medici rianimatori". 

INCHIESTA DELICATA - Il procuratore di Catania Giovanni Salvi ha osservato che si tratta di "una vicenda dolorosa, ci vuole prudenza e cautela, anche a tutela degli indagati". E anche pazienza: "non è un'inchiesta che si concluderà presto", quella sulle cause del decesso di Nicole, ha spiegato Salvi, perché "bisognerà attendere gli esiti di esami medico legali complessi e lunghi, che richiedono tempo".

IL DOLORE DELLA FAMIGLIA - Dopo lo sfogo della mamma, i genitori della piccola si sono ‘chiusi’ nel più stretto riserbo, circondati dall’affetto dei parenti e degli amici. Erica Eliana Egitto, zia materna di Nicole, ha affidato a una canzone ("Guerriero", di Marco Mengoni), la descrizione del proprio stato d’animo. "Questa è per la mia nipotina Nicole, per mia sorella, mio cognato, i miei genitori e tutta la famiglia mia e di Andrea. Questa è per la nostra lotta. Ascoltatela. Vi amo sopra ogni cosa. Vinceremo contro tutti e resteremo in piedi...'E non lotterò mai per un compenso, lotto per amore, lotterò per questo…'". (Da CataniaToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania, nove gli indagati per la morte della piccola Nicole

Today è in caricamento