rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Ferrara

Ferrara, la neonata trovata nel freezer era nata viva: lo ha stabilito l'autopsia

Sul corpo nessun segno di asfissia o congelamento. E' ancora giallo sulle cause della morte

Era nata viva la neonata trovata lo scorso nove giugno in un freezer di un'abitazione poco fuori dal centro di Migliarino (Ferrara). E' quanto è emerso dagli esami autoptici effettuati sul corpicino della piccola, nata di 7/8 mesi. Lo riferisce La Nuova Ferrara.  Sul corpo non sono stati trovati di asfissia o congelamento: dunque è molto probabile che sia stata messa in congelatore quando era già morta.

Per stabilire con esattezza cosa abbia ne abbia provocato il decesso sarà però necessario attendere l'esito degli esami istologici che saranno resi noti tra una trentina di giorni. 

Per ora comunque nessuna pista esclusa. Il feto, di circa tre chili, aveva il cordone ombelicale reciso di netto. La madre della neonata, una italiana di 40 anni, che vive con il marito e altri figli in quella casa, si era presentata all’ospedale di Cona con una gravissima emorragia, raccontando di essere caduta 4 giorni prima. La donna aveva poi perso i sensi.

Una volta accertato che l’emorragia era dovuta ad un aborto non spontaneo (il cordone ombellicale era stato tagliato), i medici hanno allertato le forze dell’ordine e sono iniziate le ricerche del feto da parte della polizia, anche con cani molecolari. Ricerche vane fino a quando, la 40enne ha ripreso i sensi ed ha raccontato che il bimbo era stato messo in freezer.

La coppia ha altri sei figli e vivrebbe in condizioni molto degradate. Il marito della donna ha riferito di non sapere che la moglie era incinta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrara, la neonata trovata nel freezer era nata viva: lo ha stabilito l'autopsia

Today è in caricamento