Nicole, morta a quattro anni per un'otite: "Comune antibiotico la poteva salvare"

I fatti risalgono al 2017. La bambina era morta all’Ospedale Civile di Brescia a causa di un’infezione particolarmente aggressiva e acuta causata dalla degenerazione di un’otite

La tragedia della piccola Nicole Z. trovò ampio spazio sui giornali locali e nazionali. I fatti risalgono al 2017. La bambina era morta all’Ospedale Civile di Brescia a causa di un’infezione particolarmente aggressiva e acuta causata dalla degenerazione di un’otite. In precedenza era stata visitata all’ospedale di Manerbio e alla Poliambulanza di Brescia, perché aveva febbre e dolori al collo, senza essere ricoverata. In seguito, era stata stata portata dai genitori all’ospedale Civile, dove le condizioni della piccola apparvero da subito molto gravi e dove morì.

Secondo i consulenti della Procura di Brescia, la piccola Nicole poteva essere salvata. A seguito del decesso, avvenuto al Civile di Brescia, sono stati iscritti nel registro degli indagati i 15 medici che hanno avuto in cura la bambina, tra ospedale di Manerbio, Civile, Poliambulanza e pediatra di famiglia.

I consulenti della Procura, due medici del Gaslini di Genova, ritengono che sia stata soprattutto la condotta della pediatra ad essere "superficiale e poco accorta". "A fronte della persistente sintomatologia algica per 10 giorni - aggiungono -  la dottoressa avrebbe dovuto impostare una antibioticoterapia e richiedere una visita otorinolaringoiatrica. L’eventuale somministrazione per via orale di un comune antibatterico avrebbe implicato un repentino abbattimento della carica batterica e una ripresa clinica. La sua condotta ha determinato uno sproporzionato ritardo diagnostico terapeutico, il quale abbatteva pesantemente le probabilità di sopravvivenza della bambina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riguardo ai medici dell’ospedale di Manerbio e della Poliambulanza, che, a detta dei consulenti, non avrebbero svolto gli apprendimenti necessari, tale mancanza non sarebbe direttamente collegata con la morte della bambina: "L’inadeguata e negligente condotta medico professionale - si legge ancora nella perizia - non appare però sufficiente per supportare un nesso causale con il decesso, in quanto il quadro infettivo sottendeva scarse possibilità di regressione". Leggi su BresciaToday

Morta di otite a 4 anni, grazie alla piccola Nicole tre bimbi tornano a sperare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gf Vip, De Blanck: "Alba Parietti una stronza". Il figlio dà ragione e lei chiama in diretta

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 19 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

  • Chi è Tommaso Zorzi e perché è famoso: tutto sull'influencer, dall'amore alla carriera

  • Polemica a Tale e Quale, Carmen Russo nei panni di Stefania Rotolo ma la figlia non apprezza

  • Mascherina (di nuovo) obbligatoria all'aperto in Campania: l'ordinanza di De Luca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento