rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
La tragedia / Belluno

Nicolò Feltrin morto a 2 anni, confermati i sospetti: "Ucciso da overdose di hashish"

Reso noto l'esito dell'autopsia. Era stato il papà a portarlo in ospedale dicendo che aveva ingerito qualcosa al parco giochi. Tracce di droga sono state trovate nella loro casa

Overdose di hashish. Ecco cosa ha ucciso Nicolò Feltrin, il bambino di due anni di Longarone (Belluno) morto il 28 luglio in ospedale a Pieve di Cadore. Lo ha stabilito l'autopsia svolta dal medico legale Antonello Cirnelli, nominato dalla Procura di Belluno. Tracce di cocaina ed eroina erano già emerse dall'analisi del capello, ora l'esito dell'esame più approfondito.

Il lavoro degli inquirenti è tutt'altro che terminato. Come ha fatto Nicolò a ingerire la droga? Gli è stata somministrata volontariamente? E' stato un caso? Se sì, dove l'avrebbe trovata? Tutti quesiti che devono ancora avere una risposta.

Tornando a quel tragico 28 luglio sappiamo che a portare Nicolò in ospedale è papà Diego. L'uomo racconta che la mattina sono stati al parco e poi hanno pranzato a casa. Nel pomeriggio il bambino inizia a stare male, fino a perdere conoscenza. A questo punto la corsa al pronto soccorso. Diego dice che al parco il piccolo ha portato qualcosa alla bocca, ma di essere intervenuto subito. Si pensa quindi a veleno, magari topicida.
Il parco viene passato al setaccio e nulla di anomalo emerge. In casa Feltrin invece viene trovato dell'hashish.

Adesso la conferma che era hashish quello ingerito da Nicolò. Al momento l'unico indagato per omicidio colposo resta il padre. 

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nicolò Feltrin morto a 2 anni, confermati i sospetti: "Ucciso da overdose di hashish"

Today è in caricamento