rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Tentato omicidio / Messina

Il nipote che prende a martellate lo zio per 20mila euro

L'uomo è arrivato in ospedale in condizioni disperate, ai medici ha raccontato di essere stato aggredito dal parente. Le indagini sono state condotte dai carabinieri

Pretende che lo zio gli consegni ventimila euro e per convincerlo lo prende a pugni e lo colpisce con un martello. Queste le accuse mosse a un 33enne di Messina che è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio e tentata estorsione. 

L'aggressione risale allo scorso 24 febbraio quando un uomo di 50 anni è arrivato al pronto soccorso con gravissime lesioni. Aveva il volto tumefatto, diverse fratture al costato e la milza lesionata. Prima di essere operato d'urgenza ha detto al medico di essere stato picchiato con un martello dal nipote. I medici hanno allertato le forze dell'ordine e hanno operato il malcapitato, al quale è stata asportata la milza. Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile, hanno consentito di accertare che all'origine dell'aggressione c'erano dissidi familiari di natura economica. In passato c'erano anche state  denunce per vicende simili ma di minore gravità.

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nipote che prende a martellate lo zio per 20mila euro

Today è in caricamento