rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Il weekend della paura / Trieste

No Green Pass, attese 20mila persone a Trieste: "Rischio infiltrazioni black bloc"

Ok da Prefettura e Questura al corteo in programma domani a Trieste. Sabato l'evento in piazza Unità nel giorno dell'incontro tra il ministro Patuanelli e il Comitato 15 Ottobre

Sono un centinaio di manifestanti no green pass che proseguono la protesta a Trieste in piazza Unità d'Italia a suon di bottiglioni vuoti di plastica battuti ritmicamente, mentre la città si prepara al corteo di domani che si annuncia come il più affollato d'Italia. Il prefetto Valerio Valenti si attende non meno di 20 mila persone.

A 'benedire' la piazza è arrivata anche Bianca Laura Granato, la senatrice no pass di 'Alternativa c'é che nei giorni scorsi si è rifiutata di esibire il lasciapassare per accedere al Senato. Intanto sono numerosi i rappresentanti delle forze dell'ordine che stanno affluendo negli alberghi cittadini, pronti a vigilare su una due giorni a forte rischio disordini. A quanto si è appreso, al corteo promosso dal 'Coordinamento 15 ottobre' che fa capo al portuale Stefano Puzzer, potrebbero infiltrarsi estremisti e antagonisti vanificando cosi' il proposito degli organizzatori che hanno auspicato l'assenza di qualsiasi manifestazione di violenza.

No Green Pass a Trieste: rischio infiltrazioni black bloc

A Trieste nei prossimi giorni sono previsti un corteo venerdì, alle 14 da largo Riborgo, e un evento sabato in piazza Unità nel giorno dell'incontro tra il ministro Patuanelli e il Comitato 15 Ottobre. Proprio in concomitanza con questi due eventi è stato valutato il rischio che infiltrati Black Bloc arrivino da fuori Trieste per scatenare guerriglia urbana nella zona del Porto.

La Polizia di Trieste è provata da cinque giorni di mobilitazioni e Enrico Moscato, segretario provinciale del Sindacato di Polizia Coisp, si augura che "il ministro dell'Interno prenda le decisioni giuste su quante persone mandare e dia disposizioni ben chiare su cosa bisogna fare" poiché "non possiamo continuare ad avere migliaia di persone così in giro per la città". Secondo la segreteria nazionale Coisp Polizia ci sono dei problemi legati all'introduzione del green pass "purtroppo anche da noi qualcuno non ha fatto il vaccino, che era la via più facile, e questo ha creato dei buchi negli uffici".

"Questo fine settimana sicuramente arriveranno dei rinforzi dai Reparti mobili di Padova e Bologna, ma i numeri non si sanno perché si cerca ancora di stimare quanti saranno i manifestanti"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Green Pass, attese 20mila persone a Trieste: "Rischio infiltrazioni black bloc"

Today è in caricamento