rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
La manifestazione / Milano

Il bilancio del corteo No Green pass a Milano: due arresti e otto denunce  

Sono oltre cento i manifestanti identificati durante la protesta andata in scena ieri: nel ''mirino'' anche 40 giovani appartenenti alla galassia anarchica 

Un altro sabato di caos a Milano, il 13esimo di fila, in cui i manifestanti contrari al Green pass hanno invaso le strade della città. Il bilancio dell'ultima giornata di protesta registra due arresti e otto denunce tra i partecipanti al corteo non autorizzato e non preavvisato iniziato alle 17 da piazza Fontana e finito soltanto 5 ore dopo in Loreto per manifestare la loro contrarietà alla certificazione verde anti covid, da venerdì obbligatoria per lavorarare. 

La manifestazione No Green pass a Milano

Se la colonna sonora è stata la solita di sempre - "No green pass", "libertà" -, questa volta il tono dello scontro è sembrato ancora più alto. Tanto per gli striscioni contro la Cgil - assaltata a Roma la scorsa settimana durante una manifestazione -, quanto per le continue sfide all'autorità. I momenti di tensione massima non sono stati pochi. Il primo è andato in scena in piazzale Principessa Clotilde, dove una 50ina di ragazze e ragazzi ha cercato di imboccare la strada verso la regione: sbarramento della polizia, qualche tafferuglio e deviazione evitata.

Poco dopo una sorta di rewind, tra La Foppa e Moscova, a due passi dalla caserma dei carabinieri. Tra chi alzava pacificamente le mani e chi invece - con tanti di guantini da kick boxing - spingeva gli scudi dei "celerini", non è mancato qualche contatto. In via Borgogna, all'angolo con via Visconti di Modrone sono servite invece due cariche di alleggerimento per disperdere i manifestanti che volevano passare di lì, una strada che portava pericolosamente verso il tribunale e verso la sede della Cgil meneghina. 

Due arresti e otto denunce: 40 anarchici "nel mirino"

In manette sono finiti un 20enne romeno - tante le bandiere della Romania in corteo ieri - e un 58enne italiano che sono stati fermati proprio nelle fasi più concitate del corteo e devono rispondere di interruzione di servizio pubblico, violenza privata, istigazione a disobbedire alle leggi e manifestazione non preavvisata. Altre 8 persone sono invece state denunciate a piede libero per gli stessi reati. 

Un centinaio gli identificati dalla polizia, tra cui una 40ina di ragazze e ragazzi appartenenti alla galassia anarchica milanese e varesina. Sono stati proprio loro, in più momenti, a prendere la testa del corteo cercando di deviare e di avvicinarsi agli obiettivi sensibili, come la sede del Corriere, il palazzo della regione o la Cgil. Anche loro saranno denunciati. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bilancio del corteo No Green pass a Milano: due arresti e otto denunce  

Today è in caricamento