Giovedì, 22 Aprile 2021
PROCESSI

220 mila euro per i Notav da tutta Europa

Arrivano i fondi dai simpatizzanti del movimento per pagare i risarcimenti alla società che sta costruendo in Val Susa

"Abbiamo raggiunto la cifra alla quale Alberto, Loredana e Giorgio erano stati condannati a pagare perché colpevoli di difendere la nostra terra" così annunciano i Notav sul proprio sito, comunicando la riuscita della campagna lanciata negli scorsi mesi dopo che una sentenza del Tribunale di Torino aveva condannato lo storico leader notav Alberto Perino e due amministratori locali della Val Susa a a risarcire la società Ltf, che ha in appalto i lavori della linea AV Torino-Lione.

Nel 2010 i tre avevano promosso e organizzato una dimostrazione che ostacolò un sondaggio preliminare di un terreno dalle parti di Susa. Il tribunale civile aveva condannato al risarcimento della società con un pena pecuniaria di 215 mila euro.

Dopo che il movimento aveva lanciato una campagna di solidarietà per raccogliere i fondi necessari a pagare il risarcimento, arriva la notizia ufficiale: da simpatizzanti e attivisti italiani e stranieri è stata donata una cifra superiore all'importo necessario. Ma già il movimento annuncia che non si fermerà: ", Comunque i legali chiederanno alla Corte d'appello di Torino di sospendere l'esecutività della sentenza- si legge nel comunicato diffuso - Ci batteremo in ogni modo per farla trovare lunga ad Ltf a cominciare dal processo, imbastito ad arte solo per arrivare a questa pena con l’idea di spaventarci e piegarci uno per volta. Così non è stato e ora proseguiamo con la campagna di raccolta fondi per le spese legali e per il sostegno ai NO TAV incarcerati e colpiti da misure restrittive". (da TorinoToday)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

220 mila euro per i Notav da tutta Europa

Today è in caricamento