rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Chiesa e polemiche

Nuovo Papa: lo scandalo pedofilia scuote il Conclave

L'ex arcivescovo di Los Angeles, Roger Mahony, "punito" per aver chiuso un occhio davanti allo scandalo pedofilia, sarà tra i cardinali chiamati a eleggere il nuovo Papa. Famiglia Cristiana all'attacco

La denuncia arriva dal sito cattolico americano "Catholic United": "Il cardinale Roger Mahony non è degno di votare per eleggere il nuovo Papa". Il motivo: Roger Mahony, ex arcivescovo di Los Angeles, è stato 'licenziato' da poche settimane per aver più volte "chiuso un occhio" davanti allo scandalo pedofilia che ha colpito la chiesa statunitense.

Una denuncia che è stata ripresa, in Italia, addirittura da Famiglia Cristiana che, sulla falsa riga del sito americano, ha lanciato un sondaggio: "Siete favorevoli o contrari alla partecipazione al Conclave del cardinale Mahony".

Pochi giorni prima di partire da Los Angeles alla volta di Roma Fiumicino per eleggere il nuovo Santo Padre, il 23 febbraio, Roger Mahony sarà interrogato - sotto giuramento - dall'avvocato di un uomo che afferma di essere stato molestato tre decenni fa da un sacerdote messicano in visita nella sua parrocchia di Montecito Heights.

Mahony testimonierà a porte chiuse per quattro ore sul caso del prete, padre Nicolas Aguilar Rivera, e su altri 25 sacerdoti accusati di abusi nello stesso periodo. In tutto sarebbero 26 i ragazzini molestati duranti i nove mesi di residenza nella diocesi di padre Rivera.


 
L'ex arcivescovo - spiega l'Ansa - ha deposto più volte dalla fine degli anni '90 sui suoi rapporti con i preti molestatori ma la nuova testimonianza sarà la prima da quando l'arcidiocesi di Los Angeles è stata costretta a pubblicare 12 mila pagine di documenti interni della chiesa sui casi di pedofilia.

I possibili successori di Papa Ratzinger

Ecco i "papabili" dall'Asia

Il ruolo di Mahony, "di copertura", ha indotto il suo successore Jose Gomez a "degradare" il cardinale impedendogli ogni impegno pubblico nel territorio della arcidiocesi. Eppure, secondo le regole del Conclave, il cardinale - che secondo il Washington Post "è fortunato a non essere in prigione" - vedrà la partecipazione di un cardinale sotto processo per aberranti casi di pedofilia.

Da qui il "caso Mahony". Un caso che negli Stati Uniti sta montando mediaticamente proprio per questo gruppo di fedeli cattolici - "Catholic United"  - che ha annunciato addirittura una petizione per chiedere al cardinale di rinunciare a partecipare al Conclave.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Papa: lo scandalo pedofilia scuote il Conclave

Today è in caricamento