rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Tragedia familiare / Brescia

Lite furiosa davanti al figlio, Roberto viene accoltellato a morte. Arrestata la moglie Raffaella

Il figlio adolescente ha dato l'allarme. Pare che i rapporti di coppia fossero turbolenti. Esatta dinamica e movente al vaglio degli inquirenti

Accoltellato alla gola - parrebbe più di una volta dalla moglie - al termine di una furibonda lite. Per Romano Fagoni non c’è stato nulla da fare. Inutile l'intervento dei sanitari del 118, accorsi dopo la richiesta d’aiuto lanciata dal figlio 15enne della coppia. L'omicidio si è consumato nella casa di via Carlina a Nuvolento (Brescia), dove Fagoni abitava con la moglie 57enne Raffaella Ragnoli, verso le 21 di sabato 28 gennaio. 

Sul posto, oltre ai sanitari, sono accorsi i carabinieri del nucleo operativo di Brescia e il colleghi della sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale. Interrogata dai militari e dal magistrato di turno, la donna avrebbe ammesso le sue responsabilità ed è stata arrestata per omicidio.

Uomo ucciso a coltellate in casa, fermata la moglie

Come detto, il delitto è avvenuto al culmine di una discussione in famiglia, scoppiata per ragioni ancora al vaglio degli investigatori e alla quale avrebbe assistito anche il figlio della coppia. Marito e moglie erano in cucina. La 57enne avrebbe afferrato un grosso coltello e poi avrebbe colpito il marito alla gola: ferite profonde che non hanno lasciato scampo all’operaio di 60 anni.

Era la prima volta che i carabinieri entravano nell'abitazione dei coniugi: prima di sabato sera non erano mai stati chiamati a sedare discussioni. Nessuna denuncia pregressa per liti in famiglia, percosse o maltrattamenti, nonostante - stando a quanto riferito dalla donna al pubblico ministero - i diverbi fossero molto frequenti e piuttosto accesi.

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite furiosa davanti al figlio, Roberto viene accoltellato a morte. Arrestata la moglie Raffaella

Today è in caricamento