rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca Forlì-Cesena

Sfugge alla guerra in Ucraina, tenore muore durante le prove in teatro

Il 46enne Oleh Yarovyi è deceduto sotto gli occhi della moglie nel cineteatro 'Silvio Pellico' di Sarsina, dove era prevista una sua esibizione. Insieme alla moglie e al figlio di 8 anni era riuscito a trovare asilo a Ravenna

Era riuscito a scappare dall'Ucraina, dove da quasi un anno va avanti il conflitto con l'esercito russo, trovando un rifugio sicuro a Ravenna, grazie ad una iniziativa organizzata tra gli altri anche dal Ravenna Festival. Ma proprio prima di un'esibizione, un malore fatale lo ha colpito sotto gli occhi della moglie: è morto così Oleh Yarovyi, tenore ucraino di 46 anni. I decesso è avvenuto nella serata di martedì 14 febbraio, al cineteatro 'Silvio Pellico' di Sarsina (Forlì-Cesena) durante le prove del concerto, poi annullato, che sarebbe dovuto andare in scena alle 21 a sostegno degli artisti ucraini.

Durante le prove per lo spettacolo di San Valentino Yarovyi si è improvvisamente accasciato a terra, poco dopo aver finito di cantare. La tragedia è avvenuta davanti allo sguardo della moglie, la soprano Nataliia Krasovska. I due erano fuggiti dall'Ucraina l'anno scorso ad aprile e, con il figlio di 8 anni, avevano chiesto asilo a Ravenna come profughi di guerra per poi essere ospitati nella ex Casa del Clero. Con loro erano riusciti a mettersi in salvo anche altri artisti del teatro di Kiev grazie a Ravenna Solidale, al Ravenna Festival e alla moglie del maestro Ricardo Muti, Cristina Mazzavillani, per poi entrare a fare parte del coro lirico ravennate "Calamosca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfugge alla guerra in Ucraina, tenore muore durante le prove in teatro

Today è in caricamento