Giovedì, 6 Maggio 2021
Per Vittorio Iacovacci / Foggia

Un mazzo di rose con il tricolore: l’omaggio in caserma di una donna per il carabiniere ucciso in Congo

Il gesto a San Severo (Foggia), per ricordare Vittorio Iacovacci, assassinato insieme all’ambasciatore Luca Attanasio

“Ogni volta che un Carabiniere perde la vita, nell’adempimento del proprio dovere, è una ferita profonda, nel cuore degli italiani. Condoglianze alla famiglia e condoglianze alla grande famiglia dell’Arma dei Carabinieri”. Questo biglietto manoscritto accompagnava un mazzo di fiori lasciato in una caserma dei carabinieri a San Severo, in provincia di Foggia.

A portarlo, racconta una nota dell’Arma, è stata una donna, che si è presentata ieri sera durante la cerimonia dell’ammaina bandiera, con le bandiere a mezz’asta per la morte dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci nella Repubblica Democratica del Congo.

Il militare di servizio in caserma è stato avvicinato da una donna che, con gli lacrime agli occhi, gli ha consegnato un mazzo di rose cinto da un nastro tricolore. Un gesto che ha sorpreso il giovane carabiniere, il quale pensava che la donna fosse entrata per chiedere informazioni o sporgere una denuncia. La donna non ha risposto alle sue domande e non ha voluto dire il proprio nome, rispondendogli con un semplice: “Grazie”. Il militare ha poi trovato all’interno del mazzo di fiori in biglietto con la dedica.

"Gesto commovente e ricco di significati"

“Fiero e orgoglioso per l’attestazione di solidarietà e vicinanza d’animo espressa dalla donna e dalla comunità per gli uomini della Benemerita, a fatica il militare riusciva a trattenere le lacrime, riportando immediatamente il suo pensiero al giovane collega e all’ambasciatore uccisi nel vile agguato durante l’adempimento del proprio dovere - dice la nota - È un gesto commovente e ricco di significati, che manifesta la forte vicinanza e riconoscenza dell’intera comunità sanseverese ai Carabinieri, ben comprendendone i rischi e i sacrifici quotidiani di ciascun suo appartenente, ai quali hanno inteso rinnovare tutta la loro dedizione”. 

Vittorio Iacovacci, il carabiniere ucciso nell'attentato in Congo

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un mazzo di rose con il tricolore: l’omaggio in caserma di una donna per il carabiniere ucciso in Congo

Today è in caricamento