Sabato, 20 Luglio 2024
Gli omicidi di Sant'Antimo / Napoli

Brigida e Luigi uccisi dal suocero, spunta il vero movente: cos'è successo la sera prima degli omicidi

Era "ossessionato". Maria Brigida Pesacane, 24 anni, e Luigi Cammisa, 29 anni, rispettivamente moglie e marito dei due figli di Raffaele Caiazzo, 44 anni, sono stati uccisi da quest'ultimo perché "si era invaghito di lei". La ricostruzione

La notizia ha iniziato a circolare ieri, chiarendo in parte la genesi del duplice omicidio di Sant'Antimo (Napoli): Maria Brigida Pesacane, 24 anni e Luigi Cammisa, 29 anni, rispettivamente moglie e marito dei due figli di Raffaele Caiazzo, 44 anni, sono stati uccisi da quest'ultimo perché "si era invaghito di lei". Sarebbe questo il reale movente che si nasconde dietro al delitto di giovedì scorso. Un'ossessione violenta.

Uccide genero e nuora a Sant'Antimo

Raffaele Caiazzo si era costituito qualche ora più tardi, ed era stato arrestato immediatamente per duplice omicidio. Aveva ammesso di aver sparato e ucciso al marito della figlia, ma sostiene di non ricordare di avere ammazzato anche la nuora. Gli omicidi sono stati commessi con una pistola illegalmente detenuta. L'ipotesi più accreditata dagli inquirenti nei primi giorni dopo gli omicidi era che Caiazzo avesse ucciso il genero e la nuora perché sospettava avessero una relazione amorosa. Aveva detto agli inquirenti di averlo fatto presente anche ai suoi figli - moglie e marito delle vittime - ma di non essere stato creduto.

Il vero movente

Oggi emerge un'altra versione. Il figlio dell'uomo, Alfonso Caiazzo, dice che il padre si era invaghito di sua moglie, Brigida. Non ricambiato, ovviamente. Solo un sospetto, ma sembra che sia molto circostanziato; il marito della vittima ha aggiunto che il padre avrebbe addirittura detto di aver ''avuto un rapporto con la moglie''. Una gelosia ossessiva per la moglie del figlio sarebbe così all'origine del delitto.  Era lui dunque, Raffaele Caiazzo, che aveva perso la testa per la nuora, non il genero Luigi Cammisa. L'ordinanza del gip che convalida l'arresto dell'uomo riporta come abbia agito "in maniera lucida e spietata, accecato da un’assurda convinzione".  Maria Brigida Pesacane è stata freddata sotto gli occhi dei suoi due bambini piccoli di 2 e 4 anni.

Cosa è successo la sera prima degli omicidi di Brigida e Luigi

Anna, figlia di Caiazzo e moglie di Cammisa, si è detta certa che "l'uccisione di mio marito sia un estremo atto di gelosia di mio padre, che poi è andato a casa di mia cognata, uccidendo anche lei, perché convinto che, andando in carcere, non gli sarebbe stato più permesso di vederla, né di starle vicino". I figli avevano deciso di affrontare di petto il padre mercoledì sera, e la famiglia tutta si era riunita per un chiarimento. Lui avrebbe sì ritrattato la sua versione della presunta relazione con la nuora, ma aveva creato ulteriore scompiglio accusando i due cognati di avere una relazione. Cosa a cui nessuno in famiglia crede o ha mai creduto. Non è tutto. Interrogato sabato dal giudice, Raffaele Caiazzo avrebbe sparso ulteriore veleno, affermando che, nel confronto aspro di mercoledì sera, Cammisa lo aveva accusato di aver avuto un figlio da Brigida. 

Raffaele Caiazzo ha ucciso con una pistola illegalmente detenuta

Le due coppie avevano dunque troncato seccamente i rapporti con il 44enne. Non ha fatto passare molto tempo, il padre di famiglia. Il giorno dopo, all'alba, Raffaele Caiazzo, con in mano una pistola semiautomatica illegalmente detenuta (non aveva alcuna licenza) ha fatto fuoco sette volte contro il genero Luigi Cammisa. Poi è andato dalla nuora Maria Brigida Pesacane e ha ammazzato anche lei. Due giovani vite spezzate da un uomo violento che aveva la disponibilità di un'arma clandestina.

Sono giorni di dolore e angoscia a Sant'Antimo. Nel grosso comune alle porte di Napoli oggi si celebrano anche i funerali di Giulia Tramontano.

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brigida e Luigi uccisi dal suocero, spunta il vero movente: cos'è successo la sera prima degli omicidi
Today è in caricamento