rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
OMICIDI

Morì 5 anni fa, oggi la verità: marito assoldò due killer

L'uomo voleva lasciarla per rifarsi una vita ma non aveva il coraggio di farlo. Così pagò due persone, uno dei quali all'epoca minorenne, per "liberarsi" della moglie. Ora è caccia all'amante

Esasperato dalla vita di coppia, voleva lasciare la moglie per rifarsi una vita. Sarebbe questo il movente che ha portato il dentista di Gavoi (Nuoro) Francesco Rocca ad uccidere cinque anni fa la moglie Dina Dore.

L'uomo avrebbe assoldato due killer: uno, all'epoca dei fatti minorenne, è stato già arrestato mentre il secondo non è stato ancora identificato.

A carico del mandante dell'uxoricidio "c'è un quadro indiziario ma non probatorio": ci sono infatti molti indizi che incastrerebbero Rocca ma le prove certe dovranno essere raccolte in questa fase di indagini preliminari attraverso l'interrogatorio dei due arrestati.

Al centro degli accertamenti compiuti negli ultimi mesi dai magistrati della Dda di Cagliari c'è anche una misteriosa donna che la Squadra Mobile del capoluogo sardo, guidato dal dirigente Leo Testa, avrebbe sentito ripetutamente nelle settimane precedenti gli arresti.

La donna sarebbe stata ascoltata in qualità di persona informata dei fatti ed avrebbe consentito agli investigatori di aprire uno squarcio sulla vita familiare e sulla complicata relazione fra marito e moglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì 5 anni fa, oggi la verità: marito assoldò due killer

Today è in caricamento