Sabato, 6 Marzo 2021
Pordenone

Dall'Italia alla Macedonia per un matrimonio: la famiglia Pocesta sterminata nel sonno

La strage a Debar. Padre, madre e figlia adolescente erano partiti da Sacile, dove vivevano da anni, per partecipare a un matrimonio nel loro paese d'origine

Amid Pocesta, di 55 anni, la moglie Nazmije, 53 anni, in una foto tratta dai social e pubblicata dal Messaggero Veneto

Erano partiti da Sacile, in provincia di Pordenone, dove vivevano da anni, per andare a un matrimonio in Macedonia. Una famiglia è stata massacrata a colpi di pistola a Debar, paese al confine tra Macedonia e Albania.

Chi sono le vittime

Le vittime sono Amid Pocesta, di 55 anni, la moglie Nazmije, 53 anni, e la figlia Anila, di 14 anni, trovati senza vita nelle rispettive camere da letto da un parente, preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto con loro.  Qualche giorno fa erano tornati nel loro piccolo centro di origine (da cui erano fuggiti durante la guerra nei Balcani) per un periodo di ferie e per partecipare a un matrimonio. La primogenita era rimasta in Italia. In Friuli Amid lavorava come operaio e Nazmije come colf.

Uccisi nel sonno

La strage nel sonno, non hanno avuto probabilmente tempo di accorgersi di quel che stava accadendo. Le indagini battono la pista di una lite con un parente; si cerca una persona, irreperibile, con la quale la famiglia avrebbe avuto un litigio per banali motivi, forse per questioni di confini di proprietà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'Italia alla Macedonia per un matrimonio: la famiglia Pocesta sterminata nel sonno

Today è in caricamento