rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Delitto / Ragusa

Uccisa nel sonno dal cognato senza un perché: l'omicidio di Rosalba è un giallo

Giorni di sgomento a Giarratana, piccolo borgo di meno di tremila abitanti sulle pendici del Monte Lauro. Rosalba Dell'Albani, 52 anni, è stata massacrata dal cognato Mariano Barresi, 65 anni, magazziniere in pensione

Un uomo definito da tutti "tranquillo" che uccide la cognata con una ferocia e una determinazione insensate. Sono giorni di sgomento a Giarratana, piccolo borgo di meno di tremila abitanti sulle pendici del Monte Lauro, per un delitto senza movente. Nel Ragusano Rosalba Dell'Albani, 52 anni, moglie di un brigadiere dei carabinieri, tre figli, è stata massacrata tre giorni fa dal cognato Mariano Barresi, 65 anni, magazziniere in pensione.

L'omicidio di Rosalba Dell'Albani: arrestato Mariano Barresi

Il movente è un giallo, avrebbe detto di essere depresso e di aver avuto un raptus. Ha ucciso la cognata con una coltellata alla gola mentre dormiva accanto all'anziana madre che accudiva. Dopo l'omicidio, Barresi ha suonato il campanello della sorella che vive al primo piano e ha confessato tutto. Poi ha atteso l'arrivo dei carabinieri.

Start. Le notizie da sapere per iniziare la giornata

Mariano Barresi era in pensione da poco, era conosciuto come una persona mite, mai un segnale d'allarme. Avrebbe detto agli inquirenti di aver "fatto una fesseria", senza dare però alcuna spiegazione del gesto. Avrebbe anche confermato di non aver alcun astio o risentimento verso la cognata. L'omicidio è inspiegabile. Dai risultati dell'autopsia, che sarà eseguita nelle prossime ore, potranno emergere nuovi dettagli sulle modalità del delitto.

Senza un movente

Il vescovo di Ragusa, monsignor Giuseppe La Placa, si è recato a Giarratana per visitare la famiglia Dell'Albani . "Nessuno sa dare un perché a quanto è accaduto. Una donna è stata uccisa senza un perché - ha commentato il sindaco di Giarratana, Lino Giaquinta -. Da ciò che sappiamo, lo stesso Mario Barresi ha confessato agli inquirenti di aver agito senza un perché. Ha detto di essere depresso. Lo conosco come una persona buona: questo gesto è inspiegabile. Da ciò che lui ha detto, pensiamo si sia trattato di uno squilibrio mentale temporaneo, che tuttavia non gli ha tolto la lucidità e la capacità di agire. La nostra piccola comunità è provata da una tragedia immane. Conosciamo tutti la famiglia Dell’Albani, fatta di persone splendide. Questa tragedia colpisce la famiglia della vittima, ma anche le altre, tutte coinvolte e legate da parentela e amicizia".

Nel piccolo paese si è svolta una fiaccolata in memoria di Rosalba: c'erano quasi tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa nel sonno dal cognato senza un perché: l'omicidio di Rosalba è un giallo

Today è in caricamento