Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Ragusa

Bambino morto in Sicilia: mistero sullo zaino e spunta un testimone

Continuano le indagini per fare luce sulla morte del piccolo Loris Stival. Alle 9 del mattino secondo un testimone il bambino passeggiava in paese ed era senza zaino. Viene chiesta la massima collaborazione a chiunque abbia informazioni utili

I genitori di Loris Stival hanno compiuto un veloce sopralluogo in Contrada Mulino Vecchio di Santa Croce Camerina dove ieri è stato trovato morto il loro figlio di 8 anni. Accompagnati dalla polizia hanno attraversato la campagna per osservare da vicino il canalone. Dopo una decina di minuti sono andati via: la donna in lacrime sorretta dal marito. Non hanno voluto parlare con i cronisti.

La Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio volontario

LO ZAINO - Alle 9 del mattino secondo un testimone il bambino passeggiava in paese ed era senza zaino: così ha raccontato agli investigatori la nuora di un'amica del nonno. Mistero fitto proprio sullo zainetto del bambino, che non è stato ancora trovato.

INCUBO ORCO - L'incubo dell'orco si fa strada in paese. Le indagini vanno avanti. "Al momento, non può essere escluso alcun tipo di ipotesi" su quanto accaduto al bimbo di otto anni trovato morto ieri dopo che non era entrato a scuola a Santa Croce Camerina, nel Siracusano. Lo affermano carabinieri e polizia di Stato.

APPELLO - Viene chiesta la massima collaborazione a chiunque abbia informazioni utili. Anche i piccoli dettagli possono rivelarsi fondamentali. "Le Forze dell' Ordine raccomandano a tutti i cittadini di fornire eventuali dettagli utili per la prosecuzione delle indagini mediante segnalazioni, anche anonime, ai numeri d'emergenza 112 e 113 o recandosi presso un qualunque ufficio di Polizia". È la richiesta ai cittadini di Santa Croce Camerina da parte delle forze dell'ordine sulla morte del bimbo di 8 anni nel Ragusano. Chi indaga è convinto che il piccolo sia morto nel canale per la raccolta dell'acqua piovana dove è stato trovato.

IL RITROVAMENTO - Orazio Fidone è l'uomo che ha trovato il cadavere: "Ero a casa seduto sul divano davanti alla televisione e mia moglie mi ha chiesto di organizzarmi con altri cacciatori, come me, per cercare il bambino. E così ho fatto. Mi sono diretto da solo, in attesa di coinvolgere altre persone, d'istinto, verso la zona del Vecchio Mulino. Mi sono affacciato su un canalone tra le canne e ho visto il corpo del bimbo esanime. Ho gridato prima a squarciagola e poi ho telefonato ai carabinieri: erano le 16:55. Nel frattempo è arrivata un' auto della polizia".

IL PRESIDENTE - "In questo momento è inutile qualsiasi tipo di congettura, lasciamo lavorare gli inquirenti. Conosco Santa Croce perché sono stato sindaco di Gela. E' una cittadina tranquilla. Sono qui per manifestare la mia vicinanza alla famiglia e a tutta la comunità santacrocese, e dare conforto agli amministratori locali che affrontano una situazione difficile, senza precedenti". Il governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, ha rilasciato la dichiarazione al quotidiano online "Santa Croce Web"uscendo dalla caserma dei carabinieri di Santa Croce

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino morto in Sicilia: mistero sullo zaino e spunta un testimone

Today è in caricamento