Martedì, 26 Ottobre 2021
Omicidi / Udine

Uccise fidanzata e vagò per ore con il corpo in auto: Mazzega trasferito ai domiciliari

Lo scorso 31 luglio uccise la fidanzata 21enne Nadia Orlando al culmine di una lite

E' tornato a casa Francesco Mazzega, il 36enne che si è auto accusato dell'omicidio di Nadia Orlando,  la ragazza uccisa a Palmanova (Udine) la notte del 31 luglio scorso al culmine di una lite con il fidanzato per motivi di gelosia. Così ha infatti stabilito il Tribunale del riesame lo scorso 30 agosto. Questa mattina, con l'arrivo del braccialetto elettronico, il detenuto è stato scarcerato dalla casa circondariale di Pordenone dove era rinchiuso. 

Mazzega è tornato dunque nella casa dei suoi genitori a Muzzana del Turgnano, dove resterà agli arresti domiciliari in attesa del processo. 

I familiari di Nadia all'indomani del Riesame avevano fatto sapere tramite il proprio legale di aver preso la decisione del giudice "come un pugno nello stomaco". Mai si sarebbero aspettati, si legge nel comunicato, "che a distanza di neanche un mese dalla barbara uccisione della loro figlia i giudici potessero concedere all'assasino un simile beneficio. Lo stato d'animo che li pervade in queste ore è quello di rabbia e sgomento. Ma non di rassegnazione". 

La notizia su UdineToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise fidanzata e vagò per ore con il corpo in auto: Mazzega trasferito ai domiciliari

Today è in caricamento