Giovedì, 24 Giugno 2021
CRONACA / Catania

Coniugi uccisi a Palagonia, fermato un ivoriano: "Forse non era da solo"

La polizia ha fermato un 18enne ospite del Cara di Mineo accusato dell'omicidio dei due anziani proprietari di una villetta nel catanese. Gli investigatori ritengono probabile che il giovane non abbia agito da solo. La scoperta del delitto dopo alcuni controlli all’ingresso della struttura di accoglienza

Proseguono le indagini sulla drammatica rapina in villa a Palagonia, nel catanese. La polizia ha fermato un cittadino ivoriano di 18 anni, Mamadou Kamara, dall’8 giugno scorso ospite del Cara di Mineo, perché accusato del duplice omicidio dei due anziani proprietari, Vittorio Solano e sua moglie Mercedes Ibaniz.

Sono intanto proseguiti fino a notte fonda i rilievi della scientifica nella villetta, dove sono stati fatti controlli con il luminol e si è lavorato alla ricerca di  impronte digitali e tracce di Dna. Altri accertamenti son stato poi eseguiti sul cellulare rubato a Solano e su quello di Mamadou Kamara.

Ma gli investigatori ritengono probabile che il giovane ivoriano non abbia agito da solo. Le forze dell'ordine sono risalite al massacro di Palagonia dopo che ai controlli all'ingresso della struttura d'accoglienza di Mineo, è emerso come l’ivoriano avesse nel suo borsone un telefonino di cui non ha saputo spiegare la provenienza. Dalle indagini si è scoperto che esso apparteneva a Solano. Risaliti quindi all'indirizzo del titolare, gli agenti hanno scoperto la scena raccapricciante, coi due anziani massacrati: lui morto dissanguato nel letto, con profonde ferite da taglio alla testa e alla gola, lei morta dopo un volo di diversi metri, dal balcone di casa.

Nel borsone di Mamadou Kamara anche un pc portatile e un paio di pantaloni ripiegati sporchi di sangue, mentre quelli che il giovane aveva indosso sono stati poi identificati come quelli della vittima.

Il sindaco di Palagonia Valerio Marletta ha annunciato il lutto cittadino. "La comunità palagonese è in lutto - ha fatto sapere il Comune - e lo sarà ufficialmente il giorno delle esequie dei nostri cari concittadini Vincenzo e Mercedes". Da ieri sera le bandiere esposte nella casa Comunale e da oggi tutte quelle presenti negli edifici pubblici della comunità, rimarranno esposte a mezz'asta in segno di lutto cittadino. (da CataniaToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coniugi uccisi a Palagonia, fermato un ivoriano: "Forse non era da solo"

Today è in caricamento