rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Catania

Tragedia in Sicilia: ammazza la moglie a fucilate, ferisce il figlio e poi si suicida

Tutto si è consumato in pochi istanti. L'anziano ha imbracciato il suo fucile da caccia ed ha fatto fuoco prima contro il figlio. Poi avrebbe cercato di colpire la figlia e in preda al raptus ha ucciso la moglie

CALTAGIRONE (CATANIA) - Tragedia familiare ieri sera a Caltagirone, in provincia di Catania: si è consumato un dramma il cui bilancio poteva essere ancora più grave.

Un uomo di 67 anni, Gaetano Sortino, che soffriva di una profonda crisi depressiva, ha ucciso con un colpo di fucile la moglie 63enne Cettina Zimone e ferito gravemente il figlio di 44 anni.

L'episodio è accaduto in via Svevi 12, zona periferica del paese, dove la famiglia viveva e l'uomo era titolare di un panificio.

Tutto si è consumato in pochi istanti. L'anziano ha imbracciato il suo fucile da caccia ed ha fatto fuoco prima contro il figlio, ferendolo gravemente al viso. Poi avrebbe cercato di colpire la figlia, ma questa è riuscita a trovare rifugio in una stanza di casa. Poi, in preda al raptus, ha raggiunto la moglie, e le ha esploso contro un colpo che non le ha lasciato via di scampo.

Infine l'omicida ha rivolto contro di sé l'arma ed ha fatto fuoco uccidendosi. Il figlio ferito è stato trasferito d'urgenza all'ospedale Cannizzaro di Catania in condizioni gravissime. Sul luogo della tragedia è intervenuta subito la polizia, allertata dai vicini di casa che hanno sentito gli spari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in Sicilia: ammazza la moglie a fucilate, ferisce il figlio e poi si suicida

Today è in caricamento