Venerdì, 26 Febbraio 2021
Vercelli

Lite per i soldi, uccide la madre: fermato figlio adottivo

Un 38enne originario del Camerun è stato fermato a Vercelli con l'accusa di omicidio aggravato: la donna non voleva più soddisfare le sue richieste di denaro

Foto di repertorio

Gli agenti della Squadra Mobile di Vercelli hanno fermato un ragazzo di 38 anni, originario del Camerun, perché ritenuto responsabile dell'omicidio della madre adottiva, uccisa giovedì scorso nella sua abitazione a Vercelli. Era stato proprio l'uomo a chiamare i sanitari raccontando di aver trovato la madre in bagno con ferite a suo dire legate a una caduta accidentale per lavori domestici.

Una versione che, secondo la polizia, non corrisponde alla realtà. Le indagini della squadra mobile hanno stretto il cerchio proprio sul ragazzo, fermato ora per omicidio aggravato. Secondo la polizia, la donna sarebbe stata uccisa al culmine di una lite: l'uomo, probabilmente affetto da una grave forma di ludopatia, avrebbe aggredito la vittima perché non voleva più soddisfare le sue continue richieste di soldi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite per i soldi, uccide la madre: fermato figlio adottivo

Today è in caricamento