rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Orrore in famiglia / Lecce

Vincenzo Scupola trovato morto in una cisterna, fermato il fratello Nicola

L'uomo sarebbe stato colpito più volte e poi gettato nell'acqua. Il fratello è accusato di omicidio e avrebbe fatto parziali ammissioni. Tutto sarebbe nato da liti per i terreni di famiglia

Il cadavere di un uomo in una cisterna e un sospetto che, ora dopo ora, prende sempre più piede: quello di un omicidio maturato in famiglia. A Specchia (Lecce) proseguono in questa direzione le indagini sulla morte di Vincenzo Scupola, 78 anni. Il fratello Nicola, 70 anni, è stato fermato e avrebbe già fatto le prime ammissioni.

Il cadavere di Vincenzo Scupola in una cisterna

Vincenzo Scupola viene trovato morto sabato pomeriggio in una cisterna per la raccolta dell’acqua piovana in una località che si raggiunge addentrandosi nelle campagne. Le forze dell'ordine arrivano sul posto dopo la segnalazione di un cittadino che dice di avere visto un corpo esanime e la sagoma di un'altra persona armata di bastone. 

L'identificazione viene fatta dalla sorella. Da un primo esame del medico legale Alberto Tortorella emerge che la vittima aveva sul volto numerose tumefazioni e ferite. Segni tali da confermare l'ipotesi che, come riferito dal testimone, l'uomo sia stato picchiato con un bastone. 

Poco distante dal luogo del ritrovamento del cadavere c'era il trattore dell'uomo e i gambali e questo fa ipotizzare che l'omicidio sia maturato mentre l'uomo era al lavoro nei campi di sua proprietà. 

omicidio a Specchia 2- foto LeccePrimaNicola Scupola indagato per l'omicidio del fratello

Le indagini si indirizzano subito in ambito familiare. Il fratello Nicola viene interrogato a lungo. Poi scatta il fermo con l'accusa di omicidio e viene condotto in carcere.

L'uomo avrebbe ammesso di avere ucciso il fratello durante una lite scoppiata per la gestione dei terreni di famiglia. Come scrive Emilio Faivre su LeccePrima, il racconto di Nicola Scupola non sarebbe stato del tutto lineare. Tuttavia, avrebbe ammesso di aver colpito il fratello maggiore un paio di volte con un bastone (non trovato, ndr) ma questo anche perché temeva di essere sopraffatto. Insomma, a suo dire si sarebbe difeso. Solo dopo l'autopsia si potrà dire se Vincenzo Scupola è morto in seguito al pestaggio o perché affogato nella cisterna che è profonda un metro e mezzo ed è piena di acqua fino a un metro. 

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincenzo Scupola trovato morto in una cisterna, fermato il fratello Nicola

Today è in caricamento