rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Agrigento

Incidente sul lavoro, morti due operai precipitati nella cisterna di una diga

Le due vittime sono precipitate da una piattaforma. Al momento non è ancora chiaro che cosa abbia provocato l'incidente sulla diga Furore di Naro, nell'agrigentino

Tragedia sul lavoro: due operai sono morti dopo essere precipitati all'interno di una cisterna del "sovrappieno" della diga Furore di Naro, in provincia di Agrigento. 

Il nucleo "Saf" dei vigili del fuoco è riuscito a individuare i due operai e un medico è stato fatto scendere attraverso una scala, il quale ha accertato il decesso dei due lavoratori. Le vittime sono Francesco Gallo, 50 anni, di Naro, e Gaetano Cammilleri, 55 anni, di Favara. Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Agrigento ha autorizzato il "Saf" al recupero delle salme. 

L'incidente

Dalle prime indagini compiute dai carabinieri di Naro, pare che a cedere sia stato il montacarichi sul quale si trovavano i due operai, che sono finiti dentro il "sovrappieno": si tratta di una sorta di vasca, a forma di imbuto, usata per lo stoccaggio delle acque. Una vasca che, però, a quanto pare, sarebbe stata vuota. Sul posto, una volta scattato l'allarme, si sono precipitate tre squadre dei vigili del fuoco, il nucleo speciale del "Saf" e i carabinieri della stazione cittadina. 

Secondo le indiscrezioni che filtrano in questa primissima fase investigativa, sembrerebbe che si sia spezzata la catena da una sorta di cestello sul quale i due operai stavano lavorando. I due sono precipitati al suolo dopo un volo di circa 32 metri. La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo di inchiesta per omicidio colposo.

"Non si può morire di lavoro"

"Non si può morire di lavoro, chi ha delle responsabilità deve pagare", ha scritto in una nota il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, commentando quanto accaduto. 2Sono vicino ai familiari - ha aggiunto Crocetta - sapendo che nessuna parola potrà lenire il loro dolore. Nominerò immediatamente una commissione regionale d'inchiesta per accertare le responsabilità. Giustizia deve essere fatta".

Anche il Commissario straordinario del Comune di Licata, Maria Grazia Brandara, ha espresso vicinanza alle famiglie delle vittime. "Ancora una volta, siamo costretti a piangere caduti sul lavoro; vite tragicamente strappate all'affetto dei propri cari ed amici - ha dichiartato in una nota - In questo momento di profonda costernazione, non posso che volgere un pensiero ed il cordoglio ai familiari delle due vittime, e, ancora una volta, invitare, chi di dovere, ad attivarsi per garantire sempre, in ogni luogo ed in ogni circostanza, il rispetto delle norme di sicurezza sui posti di lavoro".

Tutti gli aggiornamenti su AgrigentoNotizie

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sul lavoro, morti due operai precipitati nella cisterna di una diga

Today è in caricamento