rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Notizie utili

Ora legale 2015: domenica 29 marzo lancette avanti di un'ora

Il cambio di ora alle due di notte: avremo un'ora di luce in più ma un'ora di sonno in meno

Manca davvero poco all'ingresso dell'ora legale che avverrà nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo 2015. Alle 2 di notte di domenica le lancette andranno infatti spostate un'ora in avanti. In buona sostanza, il cambio di ora si traduce in un’ora di luce in più (posticipando l’orario dell’alba e del tramonto) e un'ora di sonno in meno.

Il momento del passaggio dall’ora solare all’ora legale è stato fissato alle 2 di notte per ridurre al minimo ogni possibile disagi. Si tratta infatti degli orari in cui la circolazione dei treni e degli altri mezzi pubblici è ridotta al minimo. 

Il motivo per cui si passa all'ora legale è una convenzione che consente di risparmiare luce elettrica in favore di luce solare per molti mesi, tant'è che in Italia è stato calcolato che in 6 anni sono stati risparmiati ben 6 miliardi di Kilowatt/h, per un risparmio quantificabile in circa 900 milioni di euro.

Nondimeno il cambio di ora presenta anche svantaggi rilevanti, sopratutto per coloro che hanno già una salute cagionevole, come i pazienti cardiaci, le persone obese e chi ha disturbi del sonno e dell’umore. 

In particolare, secondo il New England Jorunal of Medicine, l’effetto dello spostamento in avanti delle lancette si farebbe sentire nei sette giorni successivi con un aumento del 5% degli infarti del miocardio. 

Uno studio condotto dall'Università del Michigan ha osservato un'impennata dei casi di infarto nel primo giorno lavorativo dopo il cambio dell'ora, superiori  del 24-25% rispetto agli altri periodi dell'anno.

La fatale ripercussione, inoltre, pare si ripeta anche nei quattro lunedì successivi, considerata come la giornata più pericolosa della settimana per le coronarie poiché compromesse dalla mancanza di sonno, a cui il cardiologo autore dello studio, Hindter Gurm, ha attribuito la causa di tutto confrontando la situazione con il lunedì successivo al suo ripristino, quando la percentuale di infarti diminuisce del 21% rispetto a una giornata normale.Insomma, guai a prendere sottogamba il cambio di ora. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ora legale 2015: domenica 29 marzo lancette avanti di un'ora

Today è in caricamento