Lunedì, 8 Marzo 2021

Piena seconda ondata: oggi riapre l'ospedale in Fiera a Milano

Solo 10 giorni fa l'ipotesi di riaprire la struttura sembrava lontana, quasi peregrina, ma ieri il numero dei ricoverati in terapia intensiva ha superato quota 150 (questo l'indicatore decisivo)

Si è deciso di ragionare in base ai numeri, e così si procede: dopo i 4.125 i nuovi positivi di ieri al coronavirus in Lombardia, sulla base di 35.715 tamponi effettuati, per una percentuale pari all'11,5, e dopo che il numero dei ricoverati in terapia intensiva ha superato quota 150 (questo l'indicatore decisivo), riapre l'ospedale in Fiera a Milano. Da oggi, venerdì 23 ottobre, la struttura inizia ad accogliere i primi pazienti.

Riapre l'ospedale in Fiera a Milano

"Le strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo riaprono nei prossimi giorni e garantiranno al sistema lombardo i primi 201 posti letto aggiuntivi di cure intensive, che saranno gradualmente occupati" aveva preannunciato un paio di giorni fa il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

L'attivazione delle strutture sanitarie temporanee prevede la collaborazione fra la Fondazione Irccs Ca' Granda Policlinico e la Fondazione Ente Fiera per la realtà di Milano e fra l'Asst Papa Giovanni XXII e l'Ente Fiera per quella di Bergamo, con il coinvolgimento delle Ats di riferimento.

Solo 10 giorni fa l'ipotesi di riaprire la struttura sembrava lontana, quasi peregrina. “La struttura  è il terzo step della programmazione lombarda sulle terapie intensive - spiegava all'AGI Antonio Pesenti, coordinatore delle unità di crisi della Regione Lombardia e primario di Rianimazione al Policlinico -.  Cioè, quando i 17 ospedali hub avranno le terapie intensive piene, si passerà all’ospedale in Fiera".

Fonti del Policlinico riferivano allora che “i posti letti potenziali a regime sono 221 suddivisi in 4 moduli. Ci sono due piani, il primo di 104 è completo, il secondo suddiviso in due moduli, con 54 letti già pronti all’uso, nel giro di una-due ore,  e un ulteriore slot di 64 che non fu completato dalla Fiera perché la richiesta di posti letto era in quel momento in fase calante. Un progetto nostro chiesto dalla Regione prevedeva l’allestimento di poliambulatori per alleggerire il recupero da parte delle strutture sanitarie della Lombardia delle prenotazioni saltate a causa del lockdown”.

Quanto è costato l'ospedale in Fiera a Milano?

Quanto è costato l'ospedale in Fiera a Milano? La fondazione Fiera Milano ha diffuso a maggio una prima rendicontazione delle spese sostenute per realizzare l'ospedale in Fiera, la stuttura costruita in tempo record nel capoluogo lombardo per gestire i pazienti Covid-positivi. Stando a quanto messo nero su bianco dalla Fondazione l'investimento è stato pari a "17,257 milioni di euro, iva esclusa, per la realizzazione di 221 posti letto di terapia intensiva". Nella sua storia l'ospedale in Fiera ha ospitato però soltanto 25 pazienti. Fino a oggi. Si ricomoncia.

"L'ospedale in Fiera non è servito a ricoverare centinaia di persone", ma è costato 21 milioni 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piena seconda ondata: oggi riapre l'ospedale in Fiera a Milano

Today è in caricamento