rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Macerata

Scoperte ossa umane, è giallo: "Tra i resti forse anche quelli di una 15enne scomparsa"

A fare la scoperta gli uomini della Guardia di Finanza durante un controllo di routine. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti anche quella di un cimitero di "migranti invisibili"

Macabro ritrovamento nei pressi di un casolare abbandonato a Porto Recanati, in provincia di Macerata.

Una ventina di ossa, tra cui un cranio, forse appartenenti a quattro o cinque cadaveri sono stati rinvenuti durante degli scavi vicino all'Hotel House, un grattacielo multietnico dove vivono oltre 2mila persone, spesso al centro di episodi di degrado e spaccio di droga. A trovarle gli uomini della Guardia di Finanza durante un controllo di routine.

Frammenti di ossa tra la vegetazione

I militari hanno notato del fogliamo bruciato e dalla vegetazione sono spuntate alcune ossa frantumate. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e gli uomini della Polizia, che stanno scavando in tutta la zona nel tentativo di trovare altri indizi utili all'identificazione delle ossa. 

hotelhouse-2-2

Una delle ipotesi è che quelle ossa possano appartenere a migranti irregolari "invisibili", uccisi senza che nessuno ne abbia mai reclamato il corpo. Non solo: tra i resti sono stati ritrovati anche alcuni pezzi di abbigliamento che portano gli inquirenti a pensare che tra i cadaveri possa esserci anche quello di Cameyi Mosammet, 15enne bengalese scomparsa da Ancona la mattina del 29 maggio 2010.

La scomparsa di Cameyi Mosammet

La ragazzina uscì per andare a scuola ma non vi è mai arrivata. Le indagini portarono gli investigatori all'Hotel House, ma l'inchiesta non aveva portato a nessuno e Cameyi non è mai stata ritrovata. La conferma dell'identificazione potrà arrivare ora dagli esami del dna. 

La notizia su AnconaToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperte ossa umane, è giallo: "Tra i resti forse anche quelli di una 15enne scomparsa"

Today è in caricamento