rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Inutili i soccorsi / Ancona

Tragedia alla stazione, padre e figlio travolti e uccisi da un treno merci

Quando è sopraggiunto il convoglio i due erano sui binari. Non è ancora chiaro se li stessero attraversando o se, ipotesi più accreditata, il papà stesse cercando di fermare il figlio che minacciava di togliersi la vita

Due uomini, padre e figlio di 63 e 26 anni, sono morti investiti da un treno merci in transito poco a nord della stazione di Senigallia (Ancona). I due erano originari di Perugia ed erano in vacanza. La tragedia nella serata di ieri, 17 agosto. Quando è sopraggiunto il convoglio i due erano sui binari. Non è ancora chiaro se li stessero attraversando o se, ipotesi più accreditata, il padre stesse cercando di fermare il figlio che minacciava di suicidarsi.

Padre e figlio sono stati travolti e i loro corpi sono finiti a diversi metri dall'impatto. Tutto sotto gli occhi della moglie dell'uomo e madre del 26enne, che ha iniziato a gridare disperata. Immediato l'intervento dei soccorritori, che però non hanno potuto salvare padre e figlio. Sul posto i vigili del fuoco con diversi mezzi, due ambulanze del 118, i carabinieri e la Polfer che procede nelle indagini.

La tragedia arriva a poco meno di un mese dalla morte di Alessia e Giulia Pisanu, le due sorelle di Castenaso (Bologna) morte a fine luglio investite da un treno in stazione a Riccione. 

Continua a leggere su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia alla stazione, padre e figlio travolti e uccisi da un treno merci

Today è in caricamento