rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Monopoli / Bari

Padre investe e uccide la figlia dopo una lite

Fermato un 86enne dai carabinieri di Monopoli: avrebbe travolto e ucciso la figlia con l'auto dopo un litigio legato al compito di prendersi cura dell'anziana madre

Un uomo di 86 anni - Vincenzo Formica - è stato fermato dai carabinieri di Monopoli con l'accusa di avere investito e ucciso la figlia 54enne Marianna Formica al termine di una lite per motivi familiari. I militari sono intervenuti nella cittadina barese in seguito ad una segnalazione giunta al 112: il corpo della donna è stato trovato riverso per terra in una strada privata in contrada Tavarello, sulla strada che conduce all'abitazione della donna nella parte alta di Monopoli, in una zona isolata.

A seguito degli immediati accertamenti coordinati dall'Autorità giudiziaria e del sopralluogo effettuato dalla sezione investigazioni scientifiche del Comando Provinciale di Bari, sono emersi gravi indizi di colpevolezza nei confronti del padre della donna che - secondo quanto ricostruito - avrebbe travolto volontariamente con la propria auto la figlia, dopo un litigio, causandone il decesso. L'uomo - che ha precedenti - è stato sottoposto a fermo e portato in carcere a Bari con l'accusa di omicidio. Nei prossimi giorni, presso l'istituto di medicina legale del Policlinico di Bari, sarà eseguita l'autopsia sul corpo della vittima. 

Secondo quanto appurato dai carabinieri all'origine dei dissidi il compito di prendersi cura della anziana moglie dell'uomo e madre della vittima. La donna affetta da gravi problemi di salute è stata presa in carico dai servizi sociali del Comune di Monopoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre investe e uccide la figlia dopo una lite

Today è in caricamento