rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
La denuncia / Brescia

Il padre la riempie di schiaffi per un video su TikTok: ragazzina in ospedale

L'allarme lanciato da un'amica, poi l'intervento dei carabinieri

Un video come milioni di altri pubblicati dagli adolescenti - e non solo - sulla piattaforma social TikTok. Un filmato innocente che ritrae una ragazzina di 16 anni che si muove a ritmo di musica insieme ad alcuni amici. Immagini visualizzate in tempo reale da milioni di utenti, tra cui a quanto pare anche alcuni parenti della giovane protagonista, di origine nordafricana e di casa a Brescia, che hanno quindi avvisato il capofamiglia. E il padre dell'adolescente avrebbe reagito malissimo alla visione di quei pochi secondi in cui la figlia si sarebbe mostrata senza velo e con addosso una maglietta che lasciava intravedere l'ombelico. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri e della procura, l'uomo di 44 anni avrebbe alzato le mani sulla maggiore delle due figlie, schiaffeggiandola ripetutamente.

Lei avrebbe subito chiesto aiuto, inviando - in preda al panico - un messaggio vocale ad un'amica che, verso le 18.30 di domenica 26 febbraio, ha allertato il numero unico per le emergenze. Così nell'appartamento cittadino, dove la giovane vive insieme ai genitori e alle sorelle minori, sono tempestivamente intervenuti i carabinieri e i sanitari del 118. La sedicenne, che presentava lesioni al volto, è stata accompagnata al pronto soccorso della Poliambulanza. Dimessa con una prognosi di dieci giorni, è stata poi trasferita in una struttura protetta.

Il padre è stato denunciato a piede libero per lesioni. A spiegare le ragioni del pestaggio sarebbe stata la stessa ragazzina: agli inquirenti avrebbe riferito che il padre l'avrebbe prima insultata e poi picchiata perché "colpevole" di essersi mostrata senza indossare il copricapo islamico. Il cellulare della vittima, così come quello del padre, sono sotto sequestro.

Sono in corso gli accertamenti per capire la posizione della madre e delle sorelle minori della sedicenne e appurare se abbiano assistito alla scena. Attualmente non risultano precedenti denunce o segnalazioni per maltrattamenti in famiglia: gli inquirenti stanno cercando di capire se si sia trattato di un episodio isolato o se i maltrattamenti andassero avanti da tempo, come riferito dalla vittima.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il padre la riempie di schiaffi per un video su TikTok: ragazzina in ospedale

Today è in caricamento