Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Torino

Soffoca il figlio con un cavetto del computer poi chiama i Carabinieri: "Venite a prendermi"

Tragedia familiare a Sant'Antonino di Susa: un 70enne al culmine di un litigio, avrebbe soffocato il figlio adottivo di 36 anni per poi chiamare il 112

Ha ucciso il figlio adottivo, poi, ha chiamato i Carabinieri chiedendo di venirlo a prendere. Tutto si è consumato lunedì pomeriggio in una abitazione di Sant'Antonino di Susa, dove un 70enne al culmine di un litigio, avrebbe soffocato il figlio adottivo di 36 anni.

Come spiega TorinoToday l'uomo, Flavio Forla - dentista in pensione, incensurato - avrebbe ucciso il figlio Giacomo Forla, strangolandolo con il cavo del pc. La vittima, in base alle prime informazioni raccolte dai militari, soffriva da tempo di depressione.

"Il ragazzo era tornato in paese pochi mesi fa, dopo aver convissuto con la compagna a Lucca per diversi anni" ricostruisce Susanna Preacco, sindaco di Sant’Antonino. "Da allora - spiega a La Stampa - ho sentito diverse volte il padre (ex medico di famiglia di gran parte degli abitanti del paese) l’ultima volta ancora una decina di giorni fa".

" Era molto provato dal rapporto con il figlio, ripiombato nella depressione dopo la fine di questa relazione".

Perugia, donna trovata morta in casa: "Uccisa da una coltellata"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soffoca il figlio con un cavetto del computer poi chiama i Carabinieri: "Venite a prendermi"

Today è in caricamento