Sabato, 18 Settembre 2021
Choc

Il bar che vendeva i panini di nutria

Lo hanno scoperto i carabinieri quando hanno aperto il frigorifero

Una nutria- foto Ansa

Vendeva ai clienti piatti a base di nutria e non lo faceva in modo occasionale perché, quando i carabinieri sono entrati nel locale, hanno trovato delle carcasse dell’animale utili per preparare poi i piatti e i panini. Una scoperta choc quella dei carabinieri dei Nas (Nucleo Antisofisticazioni e Sanità) di Cremona che, in occasione di un controllo nel locale di un commerciante, hanno scoperto come lui, un 42enne, vendeva di fatto carne di nutria, che veniva mangiata dai suoi clienti.

Peccato che la nutria è un animale che non può essere usato per il consumo umano, come disciplinato dalle circolari interministeriali. Per questo il 42enne è stato denunciato per commercio di sostanze alimentari nocive. Secondo i riscontri dei militari, il barista aveva nel surgelatore a pozzetto due carcasse di nutria, accanto ad altri cibi e prodotti privi di tracciabilità destinati alla somministrazione ai clienti. Per lui multa di 4.500 euro, sequestro della carne di nutria e altri trenta chili di prodotti, ormai infestati e contaminati, per il successivo smaltimento. Per il bar è stata richiesta la sospensione dell'attività all’azienda sanitaria della Valpadana.

La nutria è un animale che non può essere mangiato dalle persone. E’ un mammifero di origini sudamericane. Di fatto è un roditore di grandi dimensioni, che può arrivare a pesare tra cinque e dieci chili, talvolta fino a diciassette chili. I maschi sono solitamente più grandi delle femmine. Vivono anche vicino ai centri urbani in Italia e non è insolito che vengano scambiati per grossi topi di fogna, ma la verità è che le nutrie sono animali assolutamente innocui e non sono pericolosi per gli esseri umani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bar che vendeva i panini di nutria

Today è in caricamento