rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
L'aggressione / Venezia

Morto Paolo Marangon, il pensionato picchiato per avere urtato un 26enne sulle scale condominiali

L'uomo, nel varcare il portone, ha toccato il braccio del giovane che ha reagito schiaffeggiandolo. La vittima è caduta per terra battendo la testa e non si è più ripresa

È morto all'ospedale all'Angelo di Mestre (Venezia) Paolo Marangon, il 67enne picchiato sabato sera da un un 26enne sulle scale di un condominio a Sottomarina di Chioggia. L'aggressione era nata da un banale diverbio. Il più giovane ha schiaffeggiato Marangon, che è caduto a terra e ha battuto la testa. Nelle scorse ore i medici hanno deciso di staccare le macchine che tenevano in vita Marangon. Dopo il periodo di osservazione è stata decretata la morte cerebrale.

Marangon era con un'amica e stava uscendo per andare in pizzeria. I due, scese le scale, dovevano varcare il portone. Il passaggio era in parte ostruito proprio dal 26enne, che stava parlando con un coetaneo. Il 67enne ha urtato il ragazzo che ha reagito malamente pretendendo le scuse. L'amica del 67enne ha provato a calmare la situazione, ma non è servito. Non sentendo risposta da Marangon e vedendo che si allontanava, il ragazzo lo ha raggiunto in strada e colpito con alcuni schiaffi, uno dei quali lo ha fatto finire a terra. Nella caduta Marangon ha battuto pesantemente la testa sull'asfalto e non si è più ripreso. L'amica gli ha prestato il primo soccorso, praticandogli un massaggio cardiaco, ma le condizioni sono apparse da subito molto gravi. Poco dopo un'ambulanza ha portato d'urgenza il ferito all'ospedale all'Angelo di Mestre, mentre i carabinieri hanno preso in consegna l'aggressore. 

La vicenda di Marangon, come racconta VeneziaToday, a ha riaperto la discussione su un'area della città considerata particolarmente delicata. I residenti raccontano di un contesto problematico nel quale alcuni gruppi danno luogo a minacce, prevaricazioni, piccola criminalità. Lo stesso 26enne che ha colpito Marangon avrebbe dei precedenti per reati minori. "Via Alga - commenta il sindaco di Chioggia Mauro Armelao - già in passato aveva creato dei problemi e, come amministrazione, studieremo a livello burocratico cosa sia possibile fare. Se anche andassimo a liberare quella palazzina dovremmo trovare altre sistemazioni per chi ci abita. Sono valutazioni che faremo in giunta con tutti gli assessori, ognuno per le sue competenze. Non voglio, però  che questo episodio vanifichi l'impegno di una comunità intera: Chioggia non è una città violenta e tutti noi dobbiamo amarla, portando rispetto alle persone e al bene comune".

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Paolo Marangon, il pensionato picchiato per avere urtato un 26enne sulle scale condominiali

Today è in caricamento