Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Papa Francesco: "Le apparizioni di Medjugorje? La Madonna non è una postina"

Preferisco credere "alla Madonna nostra Madre buona, non a quella capo di un ufficio telegrafico che ogni giorno invia un messaggio a tale ora". Lo ha detto papa Francesco, sul volo di ritorno da Fatima, parlando delle apparizioni a Medjugorje

Preferisco credere "alla Madonna nostra Madre buona, non a quella capo di un ufficio telegrafico che ogni giorno invia un messaggio a tale ora". Lo ha detto papa Francesco, sul volo di ritorno da Fatima, parlando delle apparizioni a Medjugorje.

Come riporta Avvenire, il pontefice ha spiegato che la commissione Ruini ha fatto "un lavoro molto molto buono", e precisa che sulle prime apparizioni, o presunte tali, "si deve continuare a investigare", sulle ultime "ha i suoi dubbi. Io che sono più cattivo - ha aggiunto Francesco - preferisco la Madonna madre e non la Madonna a capo dell'ufficio telegrafico: questa non è la mamma di Gesù e queste presunte apparizioni non hanno tanto valore".

Questa mattina presto il Santo Padre si è recato nella Basilica di Santa Maria Maggiore. Davanti all'Icona di Maria Salus populi romani, il Papa ha sostato in preghiera silenziosa per oltre 20 minuti. Ha poi offerto un omaggio floreale di rose bianche.

"Con la canonizzazione di Francesco e Giacinta, ho voluto proporre a tutta la Chiesa il loro esempio di adesione a Cristo e di testimonianza evangelica". Così papa Francesco, appena rientrato da Fatima, parlando oggi coi fedeli in piazza San Pietro prima della recita del Regina Coeli, precisando "e ho anche voluto proporre l'importanza di avere cura dei bambini". Sottolineando che "la nostra preghiera mariana di oggi assume un significato particolare, carico di memoria e di profezia per chi guarda la storia con gli occhi della fede", il papa ha spiegato: "La loro santità non è conseguenza delle apparizioni, ma della fedeltà e dell'ardore con cui essi hanno corrisposto al privilegio ricevuto di poter vedere la Vergine Maria. Dopo l'incontro con la "bella Signora", essi recitavano frequentemente il Rosario, facevano penitenza e offrivano sacrifici per ottenere la fine della guerra e per le anime più bisognose della divina misericordia". E ha ricordato che "a Fatima la Vergine ha scelto il cuore innocente e la semplicità dei piccoli Francesco, Giacinta e Lucia, quali depositari del suo messaggio. Questi fanciulli lo hanno accolto degnamente, così da essere riconosciuti come testimoni affidabili delle apparizioni, e diventando modelli di vita cristiana".

"Anche ai nostri giorni - ha esortato il pontefice - c'è tanto bisogno di preghiera e di penitenza per implorare la grazia della conversione, come pure la fine degli assurdi conflitti e delle violenze che sfigurano il volto dell'umanità. Lasciamoci guidare dalla luce che viene da Fatima. Il Cuore Immacolato di Maria sia sempre il nostro rifugio, la nostra consolazione e la via che ci conduce a Cristo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco: "Le apparizioni di Medjugorje? La Madonna non è una postina"

Today è in caricamento