rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Chiesa

Papa Francesco malato: il dovere di scriverlo o il diritto alla privacy?

Lo "scoop" di Quotidiano Nazionale che, in un editoriale di appoggio all'articolo, quasi chiede scusa per la pubblicazione della notizia. La sala stampa vaticana che va su tutte le furie e parla di diffusione "irresponsabile". E così la presunta malattia del Santo Padre diventa un caso

Il Papa è malato. Il Papa ha un tumore. L'articolo, giustamente, è in prima pagina e parla di una visita, in incognito, fatta da Jorge Mario Bergoglio nella clinica San Rossore di Barbaricina, nei pressi di Pisa, per consultare un medico giapponese, il professor Takanori Fukushima, esperto in tumori al cervello e aneurismi, specialista di fama mondiale.  Il referto finale: 

Non dovrebbe essere necessario alcun tipo di intervento. Quella macchia, quel piccolo tumore si può curare.

L'EDITORIALE - La notizia, ovviamente, c'è. Ed è di livello "mondiale". Ma sopraggiunge un problema: pubblicarla o no? Andrea Cangini, direttore di Qn, non ha dubbi: "Fino a ieri ci siamo domandati se fosse lecito violare in maniere così evidente la privacy di un uomo. Un uomo che a dicembre compirà 78 anni. Abbiamo ritenuto che in questo caso il diritto alla riservatezza contasse un po’ meno del diritto dell’opinione pubblica ad essere informata. Quel che vale per i capi di Stato e di governo vale a nostro avviso anche per il capo della Chiesa cattolica: in casi del genere, la malattia cessa d’essere una faccenda privata per divenire una questione di pubblico interesse in ragione dell’enorme responsabilità che grava su malati così straordinari". 

DAL VATICANO - Con una nota diffusa già nella notte la Sala Stampa del Vaticano ha messo subito a tacere ogni "caso". Per padre Federico Lombardi "il Papa sta svolgendo come sempre la sua attività intensissima. La diffusione di notizie infondate è gravemente irresponsabile e non è degna di attenzione".

LA "CONTRO-REPLICA" - Dopo la smentita, ecco la contro-replica di Quotidiano Nazionale che prova a chiudere la polemica con la Santa Sede "umanizzando" il caso.

Mai come oggi il Papa appare un uomo tra gli uomini. Un uomo malato, nella fattispecie, ma di un male assolutamente curabile. Un uomo come tanti. Siamo certi che Jorge Mario Bergoglio, a cui vanno i nostri auguri più sinceri, saprà trasformare un elemento di debolezza in un fattore di forza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco malato: il dovere di scriverlo o il diritto alla privacy?

Today è in caricamento