Papa Francesco, svolta sull'aborto: "Perdono alle donne pentite"

In vista del Giubileo il papa chiede una grande amnistia. E concede ai preti la facoltà di assolvere in caso di aborto: "Il perdono di Dio non può essere negato a chi si è pentito"

Papa Francesco in Piazza San Pietro (Infophoto)

Pieno perdono a quelle donne che nella loro vita sono ricorse alla pratica dell'aborto e si sono pentite di quanto fatto. A dirlo è stato papa Francesco che, in una Lettera al Presidente a monsignor Rino Fisichella, ha reso note alcune sue disposizioni per poter accedere al perdono giubilare.

Francesco parla di "dramma dell`aborto", come uno  "dei gravi problemi del nostro tempo" sospinto da "una mentalità molto diffusa che ha ormai fatto perdere la dovuta sensibilità personale e sociale verso l`accoglienza di una nuova vita". 

Un dramma, quello dell'aborto, che è vissuto, però, "da alcuni con una consapevolezza superficiale, quasi non rendendosi conto del gravissimo male che un simile atto comporta. Molti altri, invece, - sottolinea il pontefice - pur vivendo questo momento come una sconfitta, ritengono di non avere altra strada da percorrere. Penso, in modo particolare, a tutte le donne che hanno fatto ricorso all`aborto".

Francesco sottolinea di conoscere bene "i condizionamenti che le hanno portate a questa decisione. So che è un dramma esistenziale e morale. Ho incontrato tante donne - rivela - che portavano nel loro cuore la cicatrice per questa scelta sofferta e dolorosa. Ciò che è avvenuto è profondamente ingiusto; eppure, solo il comprenderlo nella sua verità può consentire di non perdere la speranza".

"Il perdono di Dio a chiunque è pentito non può essere negato, soprattutto quando con cuore sincero si accosta al Sacramento della Confessione per ottenere la riconciliazione con il Padre. Anche per questo motivo ho deciso, - scrive e dispone il Pontefice - nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l`Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono".

Papa Bergoglio si rivolge, quindi, ai sacerdoti perché, sottolinea, "si preparino a questo grande compito sapendo coniugare parole di genuina accoglienza con una riflessione che aiuti a comprendere il peccato commesso, e indicare un percorso di conversione autentica per giungere a cogliere il vero e generoso perdono del Padre che tutto rinnova con la sua presenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il caldo, quello vero: allerta in 10 città ma il weekend subirà un'irruzione atlantica

  • Angelica Donati, figlia di Milly Carlucci, ottiene una carica istituzionale da record

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 1 agosto 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Elezioni regionali 2020: tutti gli ultimi sondaggi e le ultime notizie

  • Uomini e Donne, l'ex tronista Ludovica Valli: "Sto male, analisi costanti ma mi fido dei medici"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento