rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
VATICANO

Il Papa non si ferma, rimosso un vescovo: "Coprì abusi dei preti"

Papa Francesco ha rimosso dalla diocesi di Ciudad del Este monsignor Ricardo Livieres, colpevole di aver coperto casi di abusi di un suo prete. Solo ieri, il Pontefice aveva dato l'ok all'arresto di un sacerdote pedofilo

ROMA - Non si ferma l'opera di pulizia di Papa Francesco. Dopo aver dato l'ok all'arresto di Jozef Wesolowski, il nunzio apostolico finito in cella mercoledì per casi di abusi sui minori, il Pontefice ha decido di rimuovere dalla diocesi di Ciudad del Este, in Paraguay, monsignor Rogelio Ricardo Livieres Plano. Livieres è accusato di malversazione e di aver coperto abusi sessuali compiuti da un sacerdote della sua diocesi. 

"Dopo l'accurato esame delle conclusioni delle Visite Apostoliche compiute al Vescovo, alla diocesi e ai Seminari di Ciudad del Este, da parte della Congregazione per i Vescovi e della Congregazione per il Clero, il Santo Padre - riferisce il Bollettino vaticano diffuso dalla Santa Sede - ha provveduto all'avvicendamento di Mons. Rogelio Ricardo Livieres Plano e ha nominato amministratore Apostolico della medesima sede, ora vacante, Monsignor Ricardo Jorge Valenzuela Ríos, Vescovo di Villarrica del Espíritu Santo. La gravosa decisione della Santa Sede, ponderata da serie ragioni pastorali - spiega il Vaticano - è ispirata al bene maggiore dell'unità della Chiesa di Ciudad del Este e alla comunione episcopale in Paraguay".

"Il Santo Padre, nell'esercizio del suo ministero di 'perpetuo e visibile fondamento dell'unità sia dei Vescovi sia della moltitudine dei fedeli' chiede al clero e a tutto il Popolo di Dio di Ciudad del Este - prosegue - di voler accogliere i provvedimenti della Santa Sede con spirito di obbedienza, docilità e animo disarmato, guidato dalla fede". 

"Inoltre - conclude il bollettino diffuso dalla Santa sede - invita l'intera Chiesa Paraguaiana, guidata dai suoi Pastori, ad un serio processo di riconciliazione e superamento di qualsiasi faziosità e discordia, perché non sia ferito il volto dell'unica Chiesa 'acquistata con il Sangue del suo proprio Figlio' e il 'gregge di Cristo' non sia privato della gioia del Vangelo".

Manifestazione in Vaticano contro i preti pedofili | Foto Infophoto

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Papa non si ferma, rimosso un vescovo: "Coprì abusi dei preti"

Today è in caricamento