Venerdì, 25 Giugno 2021
Il caso / Stati Uniti d'America

Papa Francesco negli Usa: "Già sventata una minaccia"

A riferire la notizia è stato il presidente della commissione della Camera per la sicurezza interna. Particolarmente alto l'allarme per la possibile azione di "lupi solitari"

ROMA - Papa Francesco nel mirino. L'allarme sicurezza negli Stati Uniti è ai massimi livelli in vista della visita del Pontefice a Washington, in calendario tra dieci giorni.

Secondo quanto si è appreso, l'intelligence a stelle e strisce avrebbe già sventato un attentato a Francesco. Il presidente della commissione della Camera per la sicurezza interna, Michael McCaul, alla Abc ha spiegato che l'attenzione è altissima nel timore di azioni da parte dei cosiddetti lupi solitari, folli islamisti che potrebbero agire in assoluta autonomia e lontano dai "radar".

McCaul non ha fornito particolari sul caso, ma ha riferito di essere stato informato della minaccia nel corso di un briefing con i servizi segreti. La preoccupazione è legata in particolare alla facilità con cui Bergoglio cerca un contatto con i fedeli.

"Il Papa è una persona molto appassionata, ama essere tra la gente e ciò comporta notevoli rischi per la sicurezza - ha spiegato al programma This Week - Stiamo monitorando attentamente ogni possibile minaccia. Una in particolare è stata sventata, ma con l'avvicinarsi della data del suo arrivo negli Stati Uniti siamo particolarmente vigili per garantire la massima protezione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco negli Usa: "Già sventata una minaccia"

Today è in caricamento