Lunedì, 27 Settembre 2021
CRONACA

Loris, parla il padre Davide: "Troppe coincidenze contro mia moglie..."

Davide Stival sotto shock dopo che la moglie Veronica è stata portata in carcere a Catania con l'accusa di aver ucciso il figlio Loris: "Mi crolla il mondo addosso, tenetemela lontano". Lei al marito: "Non abbandonarmi"

ROMA - Aveva scelto di credere all'innocenza di Veronica, sua moglie. L'aveva più volte definita "una mamma meravigliosa". Ora forse non più, perché Davide Stival, il papà del piccolo Loris, sembra essersi convinto della sua colpevolezza. "Allora è stata davvero lei...", dice mormorando fuori dalla Procura di Ragusa, poco prima che la moglie Veronica Panarello venga trasferita nella sezione femminile del carcere di Catania. Per lei le accuse dei pm sono terribili: omicidio (aggravato dalla crudeltà e dal legame di parentela) e occultamento di cadavere.

Lui, autotrasportatore 29enne che ha saputo della morte del figlio mentre era in trasferta di lavoro via Facebook, e non dalla viva voce della moglie al telefono, ora ripete: "E' stata lei. Tenetemela lontano, io sono il padre di Loris, rivoglio mio figlio, il mio bambino". "Mi mancano i miei figli, Loris e il più piccolo, che è solo a casa", dice Veronica Panarello, che lancia un appello al marito Davide: "Non mi abbandonare, sono innocente". Lo riferisce il legale della donna, l'avvocato Francesco Villardita, che l'ha incontrata nel carcere di Catania dove l'indagata è in stato di fermo.

"Chi è stato deve pagare. Mia moglie dice di aver portato Loris a scuola, ma ci sono troppe coincidenze contro di lei", racconta il marito ai microfoni di "Quarto Grado". "Chi è stato è stato. Anche se è stata mia moglie, deve pagare", ribadisce l'uomo. "Non si può fare questo a un bambino".

Davide sembra essersi convinto della colpevolezza della moglie Veronica soprattutto dopo aver visionato i filmati delle telecamere che mostrano l'auto della donna dove non doveva essere, quel 29 novembre: vicino al Mulino Vecchio, il luogo in cui è stato trovato il corpicino di Loris. "Se è stata lei allora può pure morire", aveva detto nei giorni scorsi. Ora il mondo gli è crollato addosso.

giustizia per loris infophoto-3
Uno striscione a Santa Croce Camerina (Infophoto)

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loris, parla il padre Davide: "Troppe coincidenze contro mia moglie..."

Today è in caricamento