Venerdì, 26 Febbraio 2021
Aggressioni / Crotone

Il paziente è in fase terminale, i parenti picchiano il medico

Nuova aggressioni ai danni dei camici bianchi. L'Ordine dei Medici di Crotone: gesto "grave e ingiustificabile"

Foto d'archivio

Nuova violenta aggressione ai danni dei camici bianchi. A denunciare l’episodio, avvenuto ieri nel reparto di rianimazione dell'ospedale S. Giovanni di Dio di Crotone, è l’Ordine dei Medici della città calabrese che condanna con forza il gesto "grave ed ingiustificabile".

Ma cos’è successo davvero nell’ospedale crotonese? L’Ordine dei medici non aggiunge molti dettagli alla vicenda, ma secondo quanto riporta Il Corriere della Calabria, il medico sarebbe stato preso a calci e pugni dai parenti di un giovane paziente (due uomini e una donna) dopo aver consigliato loro di chiamare un sacerdote per impartire l’estrema unzione al loro congiunto. Un pestaggio violento, tanto che il medico è finito in pronto soccorso. I tre avrebbero anche danneggiato le strutture del reparto di Rianimazione dell’ospedale.

La condanna dell'Ordine dei Medici

"Questo ennesimo episodio di violenza, nei confronti di chi si è adoperato al massimo per prestare la migliore assistenza al giovane paziente che versava in particolari e già comunicate condizioni di acclarata criticità, pre-esistenti all'atto del ricovero - scrive il presidente dell'Ordine di Crotone Enrico Ciliberto - si ascrive, purtroppo, nell'ampio fenomeno di aggressioni nel settore sanitario che in Italia, ad oggi, conta circa 3.000 episodi all'anno” solo tra i casi denunciati. Ciliberto sollecita dunque istituzioni e forze politiche a farsi carico del problema "nella difesa dei medici e di tutti gli operatori sanitari".

Un sit-in a sostegno dei colleghi

L'Ordine valuterà, insieme agli interessati, "le modalità e le azioni da intraprendere", e annuncia di aver organizzato, congiuntamente all'Asp di Crotone, per martedì 7 agosto alle 9.30, un sit-in a sostegno dei colleghi e degli operatori coinvolti nella vicenda, presso i locali della Biblioteca del Presidio Ospedaliero San Giovanni di Dio.

Violenze in corsia, allarme negli ospedali: chi salva medici e infermieri?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il paziente è in fase terminale, i parenti picchiano il medico

Today è in caricamento