Lunedì, 8 Marzo 2021
Era nelle Filippine / Filippine

Il pedofilo latitante che si nascondeva nella città del sesso

L'uomo, un 51enne originario di Udine, era scappato dopo la condanna a 8 anni per ripetute violenze sessuali sulla bambina della convivente

Lo hanno arrestato ad Angeles City, una città a pochi chilometri da Manila nelle Filippine con una fama assai negativa, essendo considerata una delle mete preferite del turismo sessuale, anche minorile. Su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale. Un 51enne friulano, condannato a otto anni di reclusione per ripetute violenze sessuali sulla figlia tredicenne della sua convivente, con cui abitava a Trieste, è stato fermato ieri. I fatti risalgono al 2017.

Il pedofilo latitante che si nascondeva nella città del sesso nelle Filippine

Il provvedimento è arrivato al termine di un'operazione dell'Interpol di Roma, coordinata dall'esperto per la sicurezza Andrea Vitalone, insieme alla polizia filippina e con il supporto del Servizio centrale operativo della Polizia. L'uomo, originario di Udine, era fuggito all'estero il giorno della condanna in Cassazione. I giudici avevano confermato la pena di otto anni di reclusione emessa dal tribunale di Trieste sia in primo che in secondo grado.

Il 51enne è stato preso in custodia ad Angeles City, una nota località dove è abbondante l'offerta di sesso a pagamento, a ottanta chilometri da Manila, dopo essere stato riconosciuto su Facebook in seguito al post di un amico. Ora si trova nel carcere di Manila. Le autorità italiane dovranno attivare le procedure per l'estradizione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pedofilo latitante che si nascondeva nella città del sesso

Today è in caricamento