Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Potenza

Pensioni, truffa all'Inps: canti, balli e ristoranti a spese dei contribuenti

La Polizia ha scoperto un'associazione a delinquere che prometteva pensioni di invalidità e indennità di accompagnamento senza alcun titolo. Raffica di arresti a Potenza. Fino al termine del 2019 l'Inps attua una verifica straordinaria

La Polizia di Potenza ha arrestato alcune persone protagoniste di una truffa ai danni dell'Inps. Le indagini condotte dai poliziotti della squadra mobile hanno portato alla luce un'associazione per delinquere che prometteva di far ottenere ai sodali pensioni di invalidità e indennità di accompagnamento senza alcun titolo.

Potenza, operazione "il canto delle sirene"

truffa inps potenza-2

L’operazione è stata denominata Il canto delle sirene. Nei video diffusi dalle forze dell’ordine si possono notare i vari soggetti ritenuti autori della truffa andare a zappare la terra, camminare in strada senza alcun problema di deambulazione e recarsi tranquillamente al ristorante. 

Nelle immagini si vede addirittura un uomo ballare e cantare sul palco: con buona pace di chi si trova strettamente dipendente ai sussidi di invalidità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pensioni di invalidità: controlli fino al 31 dicembre 2019

Come è stato annunciato mesi fa, fino al termine del 2019 l'Inps attua una verifica straordinaria su centinaia di migliaia di invalidi per accertare se le condizioni di salute, oppure i redditi posseduti, corrispondono ai requisiti stabiliti dalla legge. Si procede con la massima attenzione, e con la dovuta sensibilità, perché sono coinvolte fasce "deboli" della popolazione. I controlli vengono effettuati sugli invalidi di età compresa tra i 18 e i 78 anni, come prevede il decreto 112/2008.

controlli sugli invalidi civili sono a campione: impossibile infatti controllare uno per uno i due milioni e mezzo di trattamenti che vengono pagati regolarmente. Inevitabile che le verifiche saranno più stringenti e capillari dove la percentuale di invalidi è molto alta se confrontata con il numero di residenti. Le visite sono svolte da apposite commissioni mediche, anche sulla base dei fascicoli sanitari degli interessati che le varie Asl sul territorio dovranno consegnare all'Inps.

Pensioni di invalidità: a chi spetta, requisiti e informazioni

La pensione di invalidità garantisce il diritto al mantenimento e all'assistenza sociale "a tutti i cittadini inabili al lavoro e sprovvisti dei mezzi necessari per vivere".

Le categorie che possono accedere alla protezione dell'invalidità civile sono i mutilati e gli invalidi civili, i ciechi e i sordi, gli affetti da talassemia e drepanocitosi. Il grado minimo di riduzione permanente della capacità lavorativa, per la qualifica di invalido civile, è un terzo (33%) determinato in base alla tabella, approvata con decreto del Ministro della Salute del 5 febbraio 1992:

PERCENTUALE DI INVALIDITÀ BENEFICI OTTENIBILI
fino al 33% Nessun riconoscimento
dal 46% Iscrizione nelle liste speciali dei Centri per l'Impiego per l'assunzione agevolata
dal 33% al 73% Assistenza sanitaria e agevolazioni fiscali
dal 66% Esenzione ticket sanitario
Dal 74% al 100% Prestazioni economiche

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, truffa all'Inps: canti, balli e ristoranti a spese dei contribuenti

Today è in caricamento