Venerdì, 5 Marzo 2021
Perugia

Un complimento di troppo scatena la furia del branco: aggressione brutale

Vittima del pestaggio un giovane magrebino. A un mese dai fatti quattro persone sono finite in manette

Foto d'archivio

PERUGIA - Sono accusati di tentato omicidio perché circa un mese fa hanno aggredito con spranghe e coltelli un ragazzo magrebino che aveva fatto degli apprezzamenti pesanti alla fidanzata di uno di loro. A quel punto - scrive PerugiaToday - il compagno della ragazza offesa ha chiesto aiuto a tre complici per compiere l'agguato.

Armati di spranghe e coltelli, i quattro avrebbero avvicinato il ragazzo straniero una scusa per accoltellarlo all'addome e a un braccio, con più fendenti. Un quarto complice, invece, aspettava in auto. 

I quattro aggressori, tutti italiani, di età compresa tra i 18 e i 36 anni, sono stati raggiunti da una misura cautelare (tre in carcere e uno ai domiciliari) per tentato omicidio. 

Le misure sono state eseguite la notte scorsa dai carabinieri di Spoleto su disposizione del gip che ha accolto la richiesta fatta dal pm di Spoleto, Elisa Iacone all'esito di intercettazioni ed interrogatori.

Quella sera, il marocchino, che comunque finì in rianimazione e venne operato d'urgenza, si salvò da conseguenze ancor più invalidanti perché intervennero dei passanti che misero fine al pestaggio. Adesso per i responsabili si sono aperte le porte del carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un complimento di troppo scatena la furia del branco: aggressione brutale

Today è in caricamento