rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
La fuga / Pesaro e Urbino

Condannato per stupro fugge dai domiciliari. Le vittime: "Abbiamo paura"

L'uomo, un pesarese di 49 anni, si sarebbe strappato via il braccialetto elettronico e avrebbe fatto perdere le sue tracce. L'angoscia delle due vittime che ora hanno paura

Condannato due volte per violenza sessuale e maltrattamenti a una pena di 10 anni e 4 mesi, confermati in appello, è fuggito dagli arresti domiciliari una settimana fa, rompendo il braccialetto elettronico. Succede a Pesaro, dove l'aggressore, Federico Marcelli, pesarese di 49 anni, era a casa della mamma in attesa della sentenza della Cassazione.

L'uomo aveva collezionato due condanne: una a 6 anni, l’altra a 4 anni e 4 mesi – per violenze sessuali compiute tra il 2020 e il 2021, ai danni di due sue ex compagne (con una delle quali ha avuto anche un figlio). I domiciliari gli erano stati concessi dalla Corte di Appello, ma ora la vita delle due donne è ripiombata nell'incubo. Come riporta il quotidiano Il Resto del Carlino, la quotidianità delle ex compagne con l'uomo era composta da botte, insulti e violenze sessuali ripetute. 

I carabinieri lo stanno cercando ovunque, ma il sospetto è che l'uomo abbia preparato la fuga prima della sentenza della Cassazione attesa per il prossimo dicembre. Nel caso dell'inammissibilità del ricorso per Marcelli si sarebbero aperte infatti le porte del carcere.

Le due vittime, ex compagne dell'uomo, hanno rispettivamente 40 e 49 anni. Una delle due vive in una casa famiglia da cui sarebbe uscita a breve. L'uomo ha infatti un figlio con la donna e il timore è che lo voglia portare con sé nella sua fuga. I carabinieri si sono precipitati nella casa dell'uomo, non appena il segnale che il braccialetto dell'uomo era stato tolto. Ora si batte ovunque per cercare di evitare la fuga del condannato e per evitare che possa tornare a reiterare violenze. 

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per stupro fugge dai domiciliari. Le vittime: "Abbiamo paura"

Today è in caricamento