rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Paura al largo / Ascoli Piceno

Peschereccio urta piattaforma nella notte e affonda in pochi minuti: equipaggio in salvo "per miracolo"

Tragedia sfiorata al largo della costa marchigiana. Sono provati, ma stanno bene

Tragedia sfiorata al largo della costa marchigiana. Un peschereccio di circa 20 metri, con a bordo tre persone d'equipaggio, della flotta di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), è affondata a circa 6 miglia dalla costa. L'allarme è arrivato poco prima dell'una alla centrale operativa della guardia costiera attraverso il dispositivo Emergency position indicating radio beacon (Epirb), presente a bordo del peschereccio, che si interfaccia con il sistema satellitare Cospas-Sarsat. E' stata quindi inviata in zona la motovedetta Sar Cp 843 per la ricerca e il soccorso in mare.

Il motopesca, in rientro dalla battuta, avrebbe urtato violentemente una piattaforma per cause che sono ancora in corso di accertamento. Poco dopo l'urto, il peschereccio ha iniziato a imbarcare velocemente acqua. Molto velocemente. L'imbarcazione è affondata nel giro di pochi minuti su fondali di circa 20 metri. L'equipaggio è riuscito a mettersi "miracolosamente" in salvo salendo sulla piccola zattera di salvataggio presente a bordo e di lì a poco è stato recuperato da un altro peschereccio che passava nella stessa zona e che, alla ricezione della disperata chiamata di soccorso, è intervenuto per aiutare i colleghi.

Intorno alle ore 1.40 circa, il motopesca con a bordo i tre marittimi salvati, è arrivato nel porto di San Benedetto del Tronto. Ad attenderli in banchina il personale della capitaneria e il personale medico del 118 che ha fornito le prime cure. I marittimi sono provati ma stanno bene. La guardia costiera ha aperto un'inchiesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peschereccio urta piattaforma nella notte e affonda in pochi minuti: equipaggio in salvo "per miracolo"

Today è in caricamento