Domenica, 25 Luglio 2021
vandali

Piccione senza testa davanti alla scuola di Falcone: "Intimidazione? Non ne siamo sicuri"

Il collaboratore scolastico che ha trovato il volatile morto vicino l'ingresso si mostra cauto e racconta l'accaduto a PalermoToday: "Appena l'ho visto ho subito chiamato la preside. Magari è stata una coincidenza, ma per ora c'è apprensione"

L'uccello trovato stamattina davanti alla scuola

Potrebbe essersi trattato di uno scherzo (di cattivo gusto) o di una coincidenza, ma non è da escludere che qualcuno possa avere voluto lanciare un segnale. Queste le riflessioni che in una mancaita di secondi hanno attraversato la mente del collaboratore scolastico dell'istituto Falcone, a Palermo, che stamattina ha trovato un uccello "decapitato" vicino alla porta d'ingresso. Corpo e testa si trovavano a circa un metro di distanza l'uno dall'altra.

"Ho pensato a tutte le ipotesi - spiega Giuseppe Affronti - e la prima impressione che ho avuto è stata che potesse essere stato un falco pellegrino, qua nella zona ce ne sono parecchi. Il piccione trovato morto aveva il piumaggio praticamente intatto, ma non aveva buona parte degli organi interni. Ho subito chiamato la preside per spiegarle fosse successo e mi ha invitato ad allertare subito le forze dell'ordine".

Alcune pattuglie sono così intervenute in via Marchese Pensabene, negli ultimi giorni finita sotto riflettori dopo un altro grave episodio. Qualcuno ha preso il busto del giudice Falcone e lo ha utilizzato come ariete nel tentativo di sfondare una porta a vetri della scuola. La polizia ha subito avviato le indagini e sequestrato la statua, dalla quale si è staccato il naso, per effettuare ulteriori accertamenti.

La stessa sera di lunedì un altro episodio, a pochi giorni dalla commemorazione dei morti nella strage di via D'Amelio, ha scosso l'opinione pubblica e fatto alzare l'asticella dell'attenzione degli investigatori. Qualcuno aveva bruciato un cartellone che raffigurava i due giudici trucidati dalla mafia e posto all'ingresso della scuola De Gasperi di piazza Giovanni Paolo II.

La polizia, dopo aver analizzato le immagini della videosorveglianza, ha escluso l'atto vandalico attribuendo l'episodio a un senzatetto immortalato dalle telecamere. "Si vede nitidamente - ha spiegato la Questura - il momento in cui l'uomo, poi denunciato per danneggiamenti, ha spento una sigaretta sul cartellone". Secondo fonti di polizia sarebbe da escludere la matrice intimidatoria anche per l'episodio di stamattina.

Tre casi a distanza ravvicinata che, ad ogni modo, hanno portato la preside dell'istituto davanti al quale è stato trovato l'uccello morto a convocare una riunione insieme ai docenti per stabilire l'eventuale organizzazione di iniziative a difesa della scuola, per sensibilizzare la gente e il quartiere su quanto accaduto. "C'è un po' di apprensione per ora - conclude Affronti - e non posso negare il clima di tensione che per ora avvertiamo".

La notizia su PalermoToday
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piccione senza testa davanti alla scuola di Falcone: "Intimidazione? Non ne siamo sicuri"

Today è in caricamento