Domenica, 17 Ottobre 2021
CRONACA

Arno e Tevere in piena: "Effetti drammatici dei cambiamenti climatici"

Situazione difficile nel Lazio e in Toscana per i violenti nubifragi. Campagne allagate, preoccupano i livelli dei fiumi. Coldiretti monitora gli effetti del maltempo

ROMA - Tevere e Arno sono sotto osservazione: preoccupano i livelli dei due fiumi dopo la violenta ondata di maltempo abbattutasi sul centro Italia stamattina.

Coldiretti sta monitorando la situazione dopo i nubifragi. Il livello idrometrico del Tevere è aumentato di 3 metri nel corso delle ultime 24 ore e ha raggiunto gli 11 metri alla stazione di Ripetta, mentre nelle campagne si registrano allagamenti con l'Aniene esondato in Ciociaria, dove è in corso la valutazione dei danni alle colture.

"Se il livello del Tevere è sotto controllo a preoccupare - sottolinea la Coldiretti - è anche la situazione in Toscana dove è sotto osservazione l'Arno. Siamo di fronte ai drammatici effetti dei cambiamenti climatici che si stanno manifestando con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ma intense o con vere e proprie bombe d'acqua che hanno pesanti effetti sulla stabilità idrogeologica del terreno".

LA SITUAZIONE A ROMA (leggi nel dettaglio) - Il Centro funzionale regionale comunica che nelle ultime 24 ore sono cadute a Roma e provincia 90/130 millimetri di acqua, soprattutto nella notte. Nelle altre province: Viterbo 40/60 millimetri, Rieti e Latina 5/20 millimetri, Frosinone 30/70 millimetri. Alle porte di Roma alle ore 8 circa è stato chiuso in entrambe le direzioni l'intero tratto della diramazione Roma Nord, dall`allacciamento con l'A1 al Grande Raccordo Anulare di Roma, a causa dell'esondazione di un corso d'acqua all'altezza del km 6, tra gli svincoli di Fiano Romano e Castelnuovo di Porto. Sono stati chiusi conseguentemente anche gli svincoli di Fiano Romano, Castelnuovo di Porto e Settebagni. Autostrade per l'Italia fa sapere in una nota che tutta l'area della capitale è comunque interessata da diffusi allagamenti che condizionano pesantemente la circolazione sia sulla viabilità principale che secondaria. Per tale motivo e su segnalazione della Polizia Stradale l'accesso a Roma è al momento sconsigliato da tutte le provenienze stradali e autostradali.

PISA (leggi qui) - A causa dell'ondata di maltempo che ha colpito la Toscana, il prefetto di Pisa Francesco Tagliente ha disposto la chiusura degli uffici pubblici del Comune di Pisa fino a cessate esigenze della giornata odierna, con eccezione di quelli preposti alle attività di ordine e sicurezza pubblica, di protezione civile, della sanità, del soccorso, dei trasporti e della mobilità, di quelli addetti alle società di erogazione di servizi nonché a tutte le altre attività di supporto alla sicurezza e al soccorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arno e Tevere in piena: "Effetti drammatici dei cambiamenti climatici"

Today è in caricamento